A Gragnano i più piccoli incontrano gli anziani ospiti del centro diurno

L'incontro tra ragazzi delle classi quarta G e quarta H della scuola elementare e gli anziani ospiti del centro diurno San Michele. Curiosità, domande e anche commozione

Un momento dell'incontro

È stato davvero molto commovente per tutti presenti l'incontro tra ragazzi delle classi quarta G e quarta H della scuola elementare e gli anziani ospiti del centro diurno San Michele del comune di Gragnano Trebbiense. Accompagnato dalle insegnanti Mirella Petralito e Maria Rosaria Bonavita, oltre che da un gruppo di genitori, i bambini hanno rivolto tante domande agli ospiti del centro, sempre più incuriositi da un modo di vivere tanto diverso da quello attuale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Come festeggiate il Natale? Cosa vi regalavano? Andavate a scuola? Quali materie vi piacevano di più?»: queste alcune delle domande proposte dai bambini, che così facendo hanno scoperto come diversi anziani siano stati costretti ad interrompere gli studi o a rinunciare ad essi a causa della guerra; oppure come se ricevessero regali solo per Santa Lucia o solo in occasione del Natale a seconda della regione in cui si viveva; o come i regali fossero davvero molto modesti anche se ambiti come qualche arancia o mandarino, frutti all'epoca particolarmente insoliti. E quando un'anziana ha confessato di essere rimasta orfana da bimba e di aver fatto da madre e fratelli più piccoli, qualche bambino non ha resistito alla commozione.
«A nome di tutta l'amministrazione - commenta il sindaco Patrizia Calza - vogliamo ringraziare gli insegnanti che riescono ad organizzare questi incontri tra generazioni tanto lontane ma così tanto  capaci di dialogare e di comprendersi. Apprezziamo molto queste occasioni di scambio reciproco sia perché le riteniamo particolarmente utili alla crescita dei bambini sia perché favoriscono la conoscenza, anche da parte delle più giovani generazioni, del centro diurno per anziani una delle strutture di cui siamo più orgogliosi e che arricchiscono la comunità gragnanese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento