«A Gropparello intere frazioni isolate dalla telefonia mobile». Ghittoni: «Ignorati dagli operatori»

Duemilacinquecento abitanti, un territorio piuttosto ampio, solo il capoluogo è coperto dal servizio. Il sindaco dice basta e si rivolge ai gestori dei ripetitori: «Si rischia anche di compromettere la sicurezza dei cittadini»

Sopra un ripetitore di telefonia mobile. Sotto il sindaco di Gropparello Claudio Ghittoni

In quella fetta di territorio, piuttosto ampia, tra la Valdarda e l’Unione dei Comuni della Valnure e della Valchero, quale è la Valvezzeno, i cittadini sono quasi isolati telefonicamente, se non del tutto, in alcune zone. «Sono sindaco da otto anni ma siamo tenuti fuori dal mondo. Non tanto dalle istituzioni quali Provincia e Prefettura che si adoperano per riunire gli Amministratori e gli addetti al settore attorno a tavoli di coordinamento, ma sono soprattutto gli operatori di telefonia mobile a ignorarci». Il sindaco di Gropparello Claudio Ghittoni dice «basta» a questa situazione che si tramanda di anno in anno e chiede ai gestori «più rispetto per gli utenti e per l’intero territorio» che «in caso di ipotetiche emergenze ne risentirebbe ampiamente». Ne sono stati prova alcuni casi cronaca di rilevanza nazionale «con i cronisti che con fatica riuscivano a svolgere il loro lavoro» e «il gelicidio degli scorsi anni che ha messo a dura prova alcune frazioni». Oggi a Gropparello il segnale della rete per i cellulari, «non tanto di internet ma dellaClaudio Ghittoni, sindaco di Gropparello-3 telefonia», è garantito a malapena nel capoluogo: Sariano, che è la frazione più popolsa e Gusano non sono servite così come tutte le altre del comune. «Abbiamo un totale di duemilacinquecento abitanti, dislocati in tantissimi piccoli isolati che non sono raggiunti dal segnale». Conclude Ghittoni rivolgendosi direttamente alle compagnie telefoniche, esortandole al più presto ad intervenire: «Andando avanti così si rischia di compromettere la sicurezza dei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

  • Ricoverato uomo affetto da meningococco , l'Asl: «Per chi è entrato in contatto serve la profilassi»

  • Nella notte fatti saltare due bancomat in pochi minuti, commando in fuga

Torna su
IlPiacenza è in caricamento