A Rottofreno inaugurato il 26° distributore di acqua pubblica della provincia di Piacenza

L’impianto, fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Rottofreno, è stato realizzato con fondi comunali e cofinanziamento della regione Emilia Romagna ottenuto tramite la partecipazione ad un bando finalizzato ad opere per la riduzione dei rifiuti

Il taglio del nastro

E’ stato inaugurato nella giornata di venerdì 9 novembre, a Rottofreno in via Unità d’Italia, il 26° distributore gratuito di acqua pubblica, refrigerata, naturale e frizzante della provincia di Piacenza, il secondo sul territorio comunale dopo quello inaugurato nel 2009 a San Nicolò. Presenti al taglio del nastro il sindaco di Rottofreno Raffaele Veneziani, l’assessore Paola Galvani e il direttore di Ireti Eugenio Bertolini.

L’impianto, fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Rottofreno, è stato realizzato con fondi comunali e cofinanziamento della regione Emilia Romagna ottenuto tramite la partecipazione ad un bando finalizzato ad opere per la riduzione dei rifiuti.

La struttura è stata realizzata dal Gruppo Iren che incentiva l’utilizzo dell’acqua di rete attraverso l’installazione di punti di distribuzione gratuita di acqua proveniente dagli acquedotti gestiti dalla società nelle varianti: naturale, refrigerata e frizzante.

La diffusione dei distributori di acqua pubblica in provincia di Piacenza ha prodotto rilevanti effetti positivi sull’impatto ambientale derivanti in particolare dalla riduzione di rifiuti plastici. In questi anni sono infatti state erogate complessivamente circa 78.700.000 bottiglie di acqua da 1,5 litri (119 milioni di litri); con un risparmio di 2.754 tonnellate di plastica e 7.170 tonnellate di emissioni di anidride carbonica evitate. Per la comunità piacentina i distributori di acqua pubblica hanno inoltre prodotto un risparmio di circa 23,6 milioni di euro sull’acquisto di acqua in bottiglia.

Il solo distributore acqua pubblica di San Nicolò, dal 2009 ad oggi, ha distribuito 5.627.000 bottiglie di acqua da 1,5 litri (8,44 milioni di litri) con un risparmio di 197 tonnellate di plastica, 513 tonnellate di emissioni di anidride carbonica evitate e un risparmio economico per la comunità di Rottofreno di circa 1.688.000 euro sull’acquisto di acqua in bottiglia.

Potrebbe interessarti

  • «Centro diagnostico Rocca, eccellenza medica privata a supporto del sistema pubblico»

  • Perino e la curiosa storia della località "Due Bandiere"

  • Ricette piacentine: i pisarei e fasò

  • Piscine interrate: i costi e i tempi per averne una nel proprio giardino

I più letti della settimana

  • La Polizia Stradale fa un controllo sull’A21 Piacenza-Cremona e spunta David Hasselhoff

  • Gianpaolo Bertuzzi muore nel suo camper in fiamme

  • Bloccano un aggressore, poliziotti accerchiati e aggrediti al Peep

  • Prende a martellate la moglie, poi si accoltella al cuore: muore ex macellaio di Piacenza

  • Invade la corsia opposta, si schianta contro due auto e rimane incastrato: è gravissimo

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta nel campo, è gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento