A Rottofreno inaugurato il 26° distributore di acqua pubblica della provincia di Piacenza

L’impianto, fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Rottofreno, è stato realizzato con fondi comunali e cofinanziamento della regione Emilia Romagna ottenuto tramite la partecipazione ad un bando finalizzato ad opere per la riduzione dei rifiuti

Il taglio del nastro

E’ stato inaugurato nella giornata di venerdì 9 novembre, a Rottofreno in via Unità d’Italia, il 26° distributore gratuito di acqua pubblica, refrigerata, naturale e frizzante della provincia di Piacenza, il secondo sul territorio comunale dopo quello inaugurato nel 2009 a San Nicolò. Presenti al taglio del nastro il sindaco di Rottofreno Raffaele Veneziani, l’assessore Paola Galvani e il direttore di Ireti Eugenio Bertolini.

L’impianto, fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Rottofreno, è stato realizzato con fondi comunali e cofinanziamento della regione Emilia Romagna ottenuto tramite la partecipazione ad un bando finalizzato ad opere per la riduzione dei rifiuti.

La struttura è stata realizzata dal Gruppo Iren che incentiva l’utilizzo dell’acqua di rete attraverso l’installazione di punti di distribuzione gratuita di acqua proveniente dagli acquedotti gestiti dalla società nelle varianti: naturale, refrigerata e frizzante.

La diffusione dei distributori di acqua pubblica in provincia di Piacenza ha prodotto rilevanti effetti positivi sull’impatto ambientale derivanti in particolare dalla riduzione di rifiuti plastici. In questi anni sono infatti state erogate complessivamente circa 78.700.000 bottiglie di acqua da 1,5 litri (119 milioni di litri); con un risparmio di 2.754 tonnellate di plastica e 7.170 tonnellate di emissioni di anidride carbonica evitate. Per la comunità piacentina i distributori di acqua pubblica hanno inoltre prodotto un risparmio di circa 23,6 milioni di euro sull’acquisto di acqua in bottiglia.

Il solo distributore acqua pubblica di San Nicolò, dal 2009 ad oggi, ha distribuito 5.627.000 bottiglie di acqua da 1,5 litri (8,44 milioni di litri) con un risparmio di 197 tonnellate di plastica, 513 tonnellate di emissioni di anidride carbonica evitate e un risparmio economico per la comunità di Rottofreno di circa 1.688.000 euro sull’acquisto di acqua in bottiglia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Che le mie tasse servano anche a regalare l'acqua frizzante (che in molti casi fa pure male) ai cittadini non lo trovo molto "pertinente". A meno che, per risparmiare sui rifiuti ed emissioni (come dicono) non si regalino anche birra, coca-cole e via via discorrendo...

Notizie di oggi

  • Attualità

    Il “basulon” della montagna piacentina: «In alcune frazioni vado per una sola persona»

  • Attualità

    “Montagna viva”, l'Appennino piacentino merita un futuro

  • Politica

    Elezioni del Consiglio provinciale, ecco i candidati di centrodestra e centrosinistra

  • Cronaca

    Lite con il controllore sul bus e droga negli slip: patteggia e torna libero, era già stato espulso

I più letti della settimana

  • Inciampa al buio, cade da un muretto e muore sul colpo

  • Auchan, San Rocco si difende: «Piacenza non ha voluto partecipare alla discussione»

  • Tragico schianto contro un tir, muore 52enne

  • Si schianta contro un tir e muore

  • «Piacenza non ha una classe dirigente all'altezza, troppo rissosa e autoreferenziale»

  • Esce per andare a lavorare e si trova la Bmw senza volante e cruscotto

Torna su
IlPiacenza è in caricamento