Al via la 18° edizione del Concorto film festival

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Al via la diciottesima edizione del Concorto Film Festival, la rassegna internazionale di corti in programma dal 17 al 24 agosto a Pontenure all’interno della splendida cornice del Parco Raggio. Sono 52 i film in selezione di cui 18 anteprime italiane (7 i cortometraggi in arrivo da Cannes) che si contenderanno il prestigioso Asino d’oro assegnato anche quest’anno da una giuria sempre più internazionale composta da Alexander Stein, Emilia Mazik, Sigrid Hadenius, Neil Young, e Violetta Bellocchio. Al Concorto Film Festival oltre ai titoli in concorso ci saranno anche focus tematici che nel corso degli anni hanno contribuito a rafforzare l’identità del Festival e la sua visione internazionale, ampliando gli orizzonti cinematografici del pubblico, introducendolo a filmografie estere. Per questa edizione si sono scelti due Paesi vicini: la Russia, con la sua interessante cinematografia contemporanea, ed il Portogallo, con i suoi nuovi sguardi che arrivano dal suo cinema. A completare l’offerta, i focus ABSOLUTE BEGINNERS / A coming-of-age (focalizzato su una crescita individuale psicologica e morale in un passaggio dalla giovinezza alla maturità), UNCANNY VALLEY / La valle perturbante (una valle che anche l’industria cinematografica sta attraversando: in un mondo dove si parla sempre più spesso di virtuale, il cinema è l’arte che, più di tutte, si avvicina a questo concetto) e SUPERNATURE (dedicato alla relazione uomo-natura). Due le rassegne da non perdere: la consolidata DEEP NIGHT, lo spazio concortiano dedicato al mondo dell'horror e del fantastico proiettato all’interno della suggestiva Serra del Parco Raggio, e l’attesa UBIK, dove trovano spazio le opere dal linguaggio più innovativo. Venerdì 16 ci sarà il tradizionale opening party della rassegna che si svolgerà ai Giardini della Galleria Ricci Oddi (Via San Siro 13) a Piacenza e che vedrà il live della band di origine pesarese Be Forest. In tour con il nuovo album Knocturne i Be Forest sono considerati tra le realtà più interessanti della scena musicale alternativa in Italia. Da sabato 17 il cinema diventa protagonista assoluto della settimana concortiana. Sabato 17 agosto Prima giornata di proiezioni al festival, dalle 21.00 all’Arena Parco Raggio, i film in concorso SHE RUNS di Yang Qiu, Cina/Francia (2019) – 19’ PRIMA ITALIANA, IN OUR SYNAGOGUE di Ivan Orlenko, Ucraina/Francia (2018) – 20’ PRIMA ITALIANA, ALL INCLUSIVE di Corina Schwingruber Ilic, Svizzera (2018) – 10’, MÉMORABLE di Bruno Collet, Francia (2019) -12’ (vincitore al Festival di Annecy, la più importante rassegna di cinema d'animazione del mondo), MINA di Martino Chiti e Daniele Stefanini (presenti alla proiezione), Italia (2019) – 12’ PRIMA ITALIANA, MITYA’S LOVE di Svetlana Filippova, Russia (2018) – 23’, CADOUL DE CRACIUN (CHRISTIMAS GIFT) di Bogdan Muresanu, Romania/Spagna (2018) – 23’. Alle 23.30 al Boschetto del Parco Raggio, appuntamento con gli ospiti del Festival. Alle 23.45 al Teatro Serra prende il via il focus dedicato al Portogallo mentre a seguire alle 00.45 si inaugura l’attesa rassegna dedicata all’horror Deep Night. Domenica 18 agosto La giornata domenicale si apre alle 18.00 al Palazzo Ghizzoni Nasalli (vicolo Serafini 12) di Piacenza, con il taglio del nastro della mostra TT tenero terribile di Giovanna Lopalco alias Pelo di Cane; una raccolta di illustrazioni, a tema botanico e animale, dipinte su azulejos (mattonelle) e carta. Giovanna (o Pelo di Cane) realizza queste opere per cercare di sfuggire all’autocensura e nell’intento di ingannare gli stereotipi grafici che spesso si sedimentano nelle mani dell'illustratore. Sono lavori spontanei, non pianificati, dettati dall’in-coscienza, dalla memoria e da un'interpretazione propria della natura. Giovanna Lopalco è autrice della locandina di questa diciottesima edizione del Festival. La serata prosegue all’Arena Parco Raggio alle 21.00 con SHADOW CUT di Lucy Suess, Nuova Zelanda (2018) – 13’ PRIMA ITALIANA, EL VERANO DEL LEÓN ELÉCTRICO (THE SUMMER OF ELECTRIC LION) di Diego Céspedes, Cile (2018) – 22’, TELEFONUL (THE CALL) di Anca Damian, Francia/Romania (2018) – 10’, JE SORS ACHETER DES CIGARETTES (I’M GOING OUT FOR CIGARETTES) di Osman Cerfon, Francia (2018) – 14’, SOMETIMES I THINK ABOUT DYING di Stefanie Abel Horowitz, Stati Uniti (2018) – 12’ PRIMA ITALIANA, OGNI COSA ROSA di Patrizia Emma Scialpi (presente al Festival), Italia (2018) – 17’’, BROTHERHOOD di Meryam Joobeur, Canada/Qatar/Svezia/Tunisia (2018) – 25’ e GOOD INTENTIONS di Anna Mantzaris, Gran Bretagna (2018) – 8’. Alle 23.30 al Boschetto, l’incontro con gli ospiti mentre, contemporaneamente al Teatro Serra prende il via la rassegna ABSOLUTE BEGINNERS / A coming-of-age e a seguire alle 00.45 la rassegna UNCANNY VALLEY / La valle perturbante. Lunedì 19 agosto La settimana del festival si apre alle 15.00 al Palazzo Nizzoni Ghisalli di Piacenza con la quarta edizione di The Summer Connection, l’evento dedicato a creare sinergie tra festival europei per la diffusione e la promozione del cortometraggio. Alle 18.00 la prima parte della rassegna dedicata alla Russia. Alle 21.00 all’Arena Parco Raggio proiezioni dei titoli in concorso: TAKE ME PLEASE di Olivér Hegyi, Ungheria (2018) – 14’PRIMA ITALIANA, I SIGNED THE PETITION di Mahdi Fleifel, Svizzera (2018) – 10’, LA BETE di Filippo Meneghetti, Francia (2018) – 18’, TINA di Dubravka Turic, Croazia (2019) – 14’ PRIMA ITALIANA, SELFIES di Claudius Gentinetta, Svizzera (2018) - 4’, TODO SE CALMA (EVERYTHING CALMS DOWN) di Virginia Scaro, Argentina (2018) – 14’, QUELLE COSE BRUTTE di Loris Giuseppe Nese, Italia (2018) – 11’, TRACING ADDAI di Esther Niemeier, Germania (2018) - 30’. Alle 23.30 al Boschetto, il consueto incontro con gli ospiti mentre, contemporaneamente al Teatro Serra prende il via la rassegna UBIK e a seguire alle 00.30 la seconda parte della rassegna UNCANNY VALLEY / La valle perturbante.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento