Attacco terroristico in Nuova Zelanda, veglia di preghiera per la comunità islamica piacentina

Il 17 marzo alle 20.15 la comunità si ritrova per pregare al fine di condividere il lutto che ha colpito luoghi di culto in Nuova Zelanda

L'Unione delle Comunità Islamiche d'Italia esprime il suo massimo sgomento per l'attacco terroristico perpetrato da un commando di quattro terroristi in due moschee della città di Christchurch, in un giorno sacro per i Musulmani di tutto il mondo, provocando la morte di 49 persone. «L’attentato alle due moschee – spiega in una nota - è stato deliberatamente dichiarato essere contro persone immigrate e di fede musulmana, come spiega il manifesto che è apparso poco prima della strage, poi cancellato. Non ci sono dubbi che la matrice di questo atto vile sia razzista e anti islamica e a rendere il fatto ancora più grave e inquietante è il tweet postato da uno dei presunti terroristi dove si leggono vari nomi di criminali razzisti, tra cui quello di Luca Traini.

Le immagini scioccanti che arrivano dalla Nuova Zelanda ci danno la misura della pericolosità che costituisce il crescente e irresponsabile incitamento all’odio xenofobo e islamofobo di cui siamo testimoni negli ultimi tempi. L'UCOII chiede a tutte le Istituzioni pubbliche in Italia, civili e religiose, una condanna netta e chiara non solo dell'attentato di Churchchrist ma anche della retorica tristemente ricorrente che diffonde odio e pregiudizio contro i Musulmani e migranti in generale. Chiediamo inoltre di promuovere nuove politiche per prevenire questo tipo di violenza e contrastare i discorsi di incitamento all'odio (hate speech). Questi episodi di violenza e tutti i discorsi che li alimentano vanno condannati e isolati. È necessario contrastare l’islamofobia e la xenofobia e superarle con il dialogo, l’incontro, la conoscenza reciproca, per non cadere nella trappola di pregiudizi pericolosi. L'UCOII invita le guide religiose e le Comunità Islamiche a pregare per le vittime. Il nostro cordoglio più sentito va ai famigliari delle vittime. Voglia Iddio aiutare tutti noi a liberarci dall'odio e dal rancore». Anche la comunità islamica piacentina condivide la riflessione dell’Ucoii. «Con grande tristezza e dolore invitiamo tutta la cittadinanza, le istituzioni, le forze politiche, la società civile ed ogni donna o uomo di cuore e di pace a partecipare alla veglia presso la sede della nostra Comunità di Piacenza in via Caorsana 43/A il giorno 17 marzo alle ore 20.15, al fine di condividere il lutto che ha colpito luoghi di culto islamici in Nuova Zelanda. L’incontro è per contrastare ogni forma di estremismo ideologico e in questo caso, la sempre più dilagante islamofobia. Per ribadire la condanna, coesi - come sempre insieme abbiamo reagito - contro ogni vile attacco alla libertà e al messaggio di Pace per il quale ogni giorno più ci spendiamo. E' importante la partecipazione di tutti affinché passi il messaggio ai seminatori d'odio».

Il cordoglio del Pd per l'attacco terroristico in Nuova Zelanda

Nel raccogliere l'invito a partecipare ad ogni forma di raccoglimento volto a piangere morti innocenti il Pd di Piacenza condivide il sentimento di orrore per quanto è successo in Nuova Zelanda e di sconcerto per i riferimenti a fatti gravi successi in Italia come il riferimento a Traini. Non è difficile pensare ad una sorta di internazionale suprematista intenta a condizionare lo scenario politico. L'Europa deve e può svolgere un ruolo fondamentale a difesa delle democrazia e delle libertà fondamentali di ogni cittadino.a partire dal diritto ad esercitare liberamente il proprio credo religioso. Anche il PD piacentino sarà quindi concretamente presente domenica sera all'appuntamento proposto dalla Comunità islamica di via Caorsana.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Piacenza si tinge di rosa: strade chiuse, alle 14,30 passa il Giro d'Italia

  • Politica

    “Osservatorio Cottarelli”, Piacenza al quarto posto tra i comuni più virtuosi

  • Politica

    Potere al Popolo: «Salvini a Piacenza una provocazione, manifestiamo contro»

  • Cronaca

    L'azienda è in Italia ma la dichiarano in Bulgaria, scoperta evasione per 8 milioni di euro

I più letti della settimana

  • Giro d’Italia nel Piacentino, gli orari del passaggio della carovana rosa

  • Travolto e ucciso da una lastra di acciaio: era in pensione ma lavorava a chiamata

  • Calci ai poliziotti e insulti al giudice, tensione in tribunale durante il processo dei tre spacciatori

  • «Ecco com'è facile comprare droga in stazione». Blitz di Brumotti a Piacenza

  • Cade una pianta, donna schiacciata durante la passeggiata nel bosco

  • Si schianta con il Tir contro il guardrail e perde il carico, tangenziale chiusa per ore

Torna su
IlPiacenza è in caricamento