Capodanno: vietati gli spray urticanti e i botti

Oltre ai botti, vietati anche la somministrazione, il consumo e la vendita di bevande in contenitori in vetro e metallici, nonché l’utilizzo di spray urticanti. Il vicesindaco Baio: «Confido nella collaborazione e nella sensibilità di tutti, affinché il divertimento resti tale senza causare problemi a chi è più indifeso»

Si avvicina il Capodanno e per far fronte al problema dei botti l’amministrazione comunale si attrezza affinché non siano messe a repentaglio la salute e la sicurezza delle persone e degli animali. In particolare, il vicesindaco Elena Baio invita tutti i cittadini «a rispettare la collettività e il diritto alla quiete pubblica nella serata del 31 dicembre, evitando comportamenti incivili, che possano provocare danni o mettere a rischio l’incolumità propria e degli altri, in particolare delle persone anziane e dei bambini. Senza dimenticare, e lo ribadisco come assessore alla Tutela Animali, il trauma che possono subire gli amici a quattro zampe a causa degli scoppi dei petardi e del forte rumore dei botti di Capodanno, con il pericolo che si allontanino da casa e si smarriscano. Confido nella collaborazione e nella sensibilità di tutti, affinché il divertimento resti tale senza causare problemi a chi è più indifeso». Proprio al fine di garantire alla cittadinanza la possibilità di partecipare in sicurezza alla manifestazione di benvenuto all’anno nuovo “Capodanno 2019”, stamani è stata emanata l’ordinanza sindacale che vieta, dalle 20 di lunedì 31 dicembre alle 2 di martedì 1 gennaio 2019, in tutto il centro storico cittadino, l’utilizzo di spray urticanti nonché l’esplosione di botti, petardi e altri artifici pirotecnici che possono causare detonazioni o rumori di forte intensità. L’ordinanza inoltre prevede, sempre dalle 20 di lunedì alle 2 di martedì, il divieto di somministrazione, consumo, vendita e detenzione nel centro storico di bevande ed alimenti in contenitori di vetro e metallici. Sarà quindi obbligatoria per la società organizzatrice dell’evento e per gli esercenti del centro storico, per tutto il periodo della manifestazione, la somministrazione e/o la vendita delle bevande e degli alimenti in contenitori di carta o plastica. La violazione del provvedimento comporta la sanzione amministrativa di 500 euro, con facoltà per il trasgressore di estinguerla con il pagamento in misura ridotta di 333,33 euro.

ROTTOFRENO -  La comunicazione del sindaco Raffaele Veneziani: «Si avvicina la notte di San Silvestro e come tutti gli anni fioriscono sollecitazioni e appelli pro o contro l'uso di fuochi artificiali. Come già negli ultimi anni, non sarà promulgata l'ordinanza di divieto che, invece, avevo emanato in occasione dei capodanni 2012, 2013, 2014 e 2015. Parliamoci chiaro, dobbiamo ammettere - anche per esperienza diretta - che non sarebbe in alcun modo possibile far osservare il divieto e, conseguentemente, non potremmo garantire che tutti i trasgressori (molti, nei primi anni) siano adeguatamente sanzionati. Ci tengo però ad invitare tutti a non fare uso dei giochi pirotecnici (anche se leciti, precisando che l'uso di giochi non marchiati CE costituisce un illecito) sia per la intrinseca pericolosità degli stessi sia per rispetto di persone ed animali che potrebbero esserne infastiditi. Per chi non potesse accettare l'invito a rinunciarvi, esorto a farne un uso parco e responsabile, avendo cura di allontanarsi dalle zone abitate o comunque da potenziali recettori a rischio. Credo che ci siano molti modi di divertirsi e di rendere eccezionale la notte di fine anno evitando anche pericoli e disagi. Pensiamoci, ed in ogni caso buon anno».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Fiorenzuola

    Si appostano dietro un trattore e arrestano due spacciatori con 60 grammi di cocaina

  • Economia

    «A novembre occupazione in crescita, ma a ritmo ridotto nelle piccole imprese artigiane»

  • Politica

    Reggi e Pizzarotti a confronto con il deputato Fusacchia (+Europa)

  • Politica

    Congresso Pd, nel Piacentino Zingaretti al 58%. Martina si ferma al 30%

I più letti della settimana

  • Inciampa al buio, cade da un muretto e muore sul colpo

  • Auchan, San Rocco si difende: «Piacenza non ha voluto partecipare alla discussione»

  • Tragico schianto contro un tir, muore 52enne

  • Il “basulon” della montagna piacentina: «In alcune frazioni vado per una sola persona»

  • Si schianta contro un tir e muore

  • Tamponato violentemente si schianta contro le auto in sosta, è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento