Concerto in Basilica per le orchestre russe composte da giovani studenti provenienti da Samara e Veronezh

Data la particolarità degli strumenti, il concerto del Festival Internazionale dei Giovani si è tenuto nella Basilica di Sant’Antonino e non in Piazza Cavalli, come inizialmente previsto

Un momento della serata

Data la particolarità degli strumenti – tutti caratteristici della musicalità russa: balalaike e domre, in particolare, e poi viole, violini, tastiere, svariati strumenti a percussione – in grado di produrre effetti sonori particolarmente carichi di soavità e dolcezza senza l’ausilio di amplificazioni, il concerto del Festival Internazionale dei Giovani, protagoniste le due orchestre russe composte da giovani studenti provenienti da Samara e Veronezh, si è tenuto nella Basilica di Sant’Antonino e non in Piazza Cavalli, come inizialmente previsto. 

Difficile trasmettere le emozioni profonde suscitate da quei brani suonati con rara maestria dai ragazzi, per la maggior parte senza il supporto degli spartiti: una sorta di magia sonora, tale è la sommessa armonia che i giovanissimi artisti hanno trasmesso e fatto gustare. Una nota particolare è per la voce solista di Esmeralda Muradova, della città di Baikalsk, sul lago Baikal. Il suo canto: forza, padronanza del ritmo, capacità di variare dalla nota più energica e sostenuta, a quella sfumata, come in un sussurro, con le tonalità di un pastello…

Le città di provenienza delle due orchestre: Samara e Veronezh,  sono ugualmente ricche di fascino e di storia. La prima: fondata 500 anni fa, celebra quest’anno i 110 anni della Scuola Musicale.

Radicata nel tempo – Veronezh – e reduce dai postumi della Seconda Guerra Mondiale che l’ha distrutta al 90% impoverendola dei suoi maestosi edifici artistici; ha però saputo risollevarsi e riesce ad offrire un futuro ai giovani, provenienti da vari paesi russi, che vi trovano numerose università da frequentare.

La Scuola Musicale, diretta dalla Signora Valentina Zolototrubova, è presente con il “Korobeiniki” è complesso di strumenti tradizionali fondato 30 anni fa. Con loro anche il maestro concertatore, Signor Alexey Makareev, laureatosi in diversi concorsi internazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento