Contrastare emarginazione e solitudine: la Regione rilancia l’innovazione sociale. Al via 9 progetti a Piacenza

Approvata dalla Regione la graduatoria del bando rivolto ad associazioni di promozione sociale e organizzazioni di volontariato dell’Emilia-Romagna. Gualmini: «Interventi concreti per la coesione sociale, l’integrazione lavorativa, l’aiuto alle persone più fragili. Questo è il welfare che vogliamo»

La coabitazione tra anziani e le mense per i più poveri; il microcredito per chi si trova in difficoltà economica o vuole avviare una piccola attività imprenditoriale, ma anche le borse lavoro per le persone disabili. E ancora, l’insegnamento della lingua italiana ai cittadini stranieri e attività di ‘cura del territorio’, come la manutenzione dei parchi e dei beni comuni o l’educazione ambientale.  

Sono alcune delle attività previste dai 97 progetti selezionati dal bando regionale per il Terzo settore emanato lo scorso maggio, del quale la giunta ha approvato in questi giorni la graduatoria. 20 riguardano la Città Metropolitana di Bologna, 17 l’ambito provinciale di Modena, 12 Reggio Emila, 9 rispettivamente le province di Parma, Piacenza e Ravenna, 8 Ferrara, 8 Forlì-Cesena e 5 l’ambito provinciale di Rimini. 

I progetti piacentini sono i seguenti: “Comunicando in scena” di Assofa; “Donna: leggere, scrivere, lavorare” di Mondo Aperto onlus; “Creiamo spazi comuni per condividere esperienze ed emozioni a favore delle famiglie e dei loro figli disabili” di A.Fa.Di onlus; “Prepariamoci insieme al lavoro” dell’associazione di volontariato Agape; “Talenti di comunità” di associazione Lumen Aps; “ConNettiamoci: punti e ponti per le famiglie di Ponente” dell’associazione Abracadabra – Progetto famiglie; “Centro incontri – NonSolo” dell’associazione Lachesi; “Stil Novo” dell’organizzazione di volontariato Carmen Cammi volontari per la caritas onlus.

I progetti sono stati presentati da associazioni di promozione sociale e organizzazioni di volontariato - una realtà che in Emilia-Romagna conta complessivamente 7.369 soggetti (3.086 organizzazioni di volontariato e 4.283 associazioni di promozione sociale) - e vengono finanziati con oltre 1,7 milioni di contributi. A tanto, infatti, ammontano le risorse, di provenienza statale, stanziate dalla Regione e ripartite sul territorio per ambito provinciale, in proporzione al numero dei cittadini residenti.

Un pacchetto di proposte giudicate innovative e in grado di incidere sui bisogni sociali di quei cittadini - anziani, giovani, famiglie, persone con disabilità, immigrati - che, per la mancanza di un reddito adeguato, l’assenza di una rete familiare di supporto o condizioni di fragilità sono a rischio di emarginazione.

«Sono molto soddisfatta degli esiti di questo bando, che ha prodotto un cospicuo numero di progetti davvero innovativi e interessanti- sottolinea la vicepresidente e assessore al Welfare, Elisabetta Gualmini- espressione della pluralità di esperienze, progettualità, servizi attivi da molto tempo nel nostro territorio regionale, a sostegno della popolazione fragile. È grazie al connubio tra pubblico e terzo settore, promosso da sempre dalla nostra  Giunta, che in Emilia-Romagna si possono realizzare interventi concreti per la coesione sociale, l’integrazione lavorativa, l’aiuto alle persone fragili e anziane: una peculiarità delle nostre politiche di welfare che continueremo a mantenere».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camionista ucciso a Fiorenzuola, sul tir dell’imputato 8 coltelli

  • Tragico tamponamento fra Tir, autista muore schiacciato nella cabina

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada in bici, muore una donna

  • Si ribaltano nel campo dopo la nottata in discoteca, illesi cinque giovani

  • Schianto all'incrocio tra via Martiri e via Boselli, due feriti

  • Maltempo in arrivo sul Piacentino, allerta per temporali e frane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento