Una cena benefica sotto le stelle della diga del Molato in favore degli Amici dell'hospice di Borgonovo

Presentata l'iniziativa "Una diga stellata" a cura della chef Isa Mazzocchi del ristorante "La Palta", una stella Michelin. Parte del ricavato andrà in beneficenza all'associazione Amici dell'hospice di Borgonovo

La presentazione dell'iniziativa

Nella giornata di venerdì 5 luglio è stata presentata l’iniziativa “Una diga stellata”, cena benefica promossa dal Consorzio di Bonifica di Piacenza con l’aiuto di numerosi sponsor e partner. Un’iniziativa unica nel suo genere e la prima in Italia a svolgersi in un contesto così particolare: la cena, infatti, sarà servita a ben 55 metri di altezza.

L’evento - in programma mercoledì 17 luglio a partire dalle 20,30 - è a pagamento e a numero chiuso (ci sono ancora alcuni posti disponibili) e una parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza a favore degli Amici dell’Hospice di Borgonovo; l’intero servizio sarà curato dalla chef piacentina Isa Mazzocchi del ristorante “La Palta”, una stella Michelin.

Prima della cena vera e propria, pezzo forte della serata, gli ospiti saranno accolti con un aperitivo in piedi, in modo da poter ammirare la diga con la particolare e suggestiva illuminazione appositamente studiata per l’occasione. L’intrattenimento musicale e non solo sarà affidato al dj di Radio Monte Carlo, Marco Fullone; in caso di temperature o brezze eccessive, è stato creato un plaid a tema che sarà donato come ricordo ai partecipanti. Il pasto sarà accompagnato da una selezione di vini piacentini e pavesi, e a fine cena sarà possibile degustare sigari toscani grazie alla presenza degli “Amici del Toscano”. Per quanto riguarda parcheggio e spostamenti, sarà presente un servizio di bus navetta da Nibbiano (zona piscina - Piazza Combattenti) con più corse sia per l'andata, sia per il ritorno.

«Si è voluto fare un evento di livello e di qualità, in un contesto eccezionale che caratterizza l’intera vallata» ha spiegato Franco Albertini, sindaco di Alta Val Tidone, il neonato comune frutto della fusione tra Caminata, Nibbiano e Pecorara. «Ogni anno i comuni del distretto di ponente si impegnano ad organizzare un evento che porti contributi all’associazione Amici dell’hospice di Borgonovo: siamo riusciti ad abbinare tutti gli elementi per la buona riuscita dell’iniziativa».

«E’ molto bello e significativo fare un’azione benefica nella struttura più identitaria della vallata» ha aggiunto il presidente del Consorzio, Fausto Zermani. «Anche il valore amministrativo è importante: il primo comune che ha affrontato l’unione è anche il primo a valorizzare il territorio, dal punto di vista sociale e turistico. Abbiamo tutti gli elementi per pensare che sarà un successo».

«La diga non ha certamente bisogno di farsi conoscere, ma l’iniziativa servirà sicuramente a valorizzare la valle, oltre allo scopo benefico che è il vero motivo della serata», ha concluso l’organizzatore Giuseppe Gallesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Treno di pendolari colpito dal carrello di un treno merci, quattro feriti

  • Gazzella dei carabinieri travolta da un'auto durante un controllo

  • Muore due giorni dopo l'incidente in scooter, tre paesi in lutto per "Bicio"

  • A 17 anni scappa dalla polizia e si schianta contro il guard rail

  • Trova tre ladri in casa di notte, fa a botte e ne blocca uno. Arrestato un 31enne clandestino

  • Spunta un quadro nel giardino della Ricci Oddi, è identico al Klimt

Torna su
IlPiacenza è in caricamento