Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«I 600 euro di Conte? Elemosina». Tappa a Piacenza per il sindaco che in bici li riporta a Roma

Gianluca (Gilu) Bacchetta, sindaco di Divignano (Novara), da alcuni giorni è in viaggio con una bici per restituire nelle mani del premier Conte il bonus ricevuto per la sua attività, chiusa a causa dell'emergenza sanitaria. "Ci sentiamo abbandonati"

 

Gianluca Bacchetta, conosciuto come Gilu, è il sindaco di Divignano in provincia di Novara. Un paese di quasi millecinquecento abitanti che il primo maggio ha lasciato, mettendosi in cammino, per raggiungere Roma. Il motivo? Restituire al premier Giuseppe Conte il bonus di seicento euro ricevuti per la sua attività. Gilu è titolare di una birreria ma con una decina di dipendenti "che non hanno ancora ricevuto un centesimo di cassa integrazione i seicento euro sono elemosina" - dice a ilPiacenza.it. Domenica sera è arrivato a Piacenza con una bici ricevuta in regalo da un amico il giorno prima e stamattina ha lasciato la nostra provincia in direzione Parma, la prossima tappa. Lo abbiamo incontrato e intervistato a Fiorenzuola dove si è intrattenuto per qualche minuto con il sindaco Romeo Gandolfi, la vicesindaco Paola Pizzelli e l'assessore Franco Brauner. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento