«Giù le mani dai parcheggi dei pendolari di viale Sant’Ambrogio, no al terminal bus lì»

L’intervento di Ettore Fittavolini, ex presidente dell’associazione Pendolari Piacenza

«Nel leggere la notizia che il Comune di Piacenza avrebbe presentato tra gli interventi per ottenere un finanziamento del Ministero dei Trasporti ai progetti di fattibilità quello di spostamento del Terminal Bus in viale Sant’Ambrogio, sono sobbalzato sulla sedia. Faccio sommessamente notare che i parcheggi pendolari alla stazione ferroviaria, gravemente insufficienti (!!!) all'utenza ci sono già, per fortuna e verranno difesi con i denti, come in passato. Specialmente quello di viale S. Ambrogio è vitale, purtroppo non più parcheggio di interscambio (come da classificazione del Piano Regolatore) ma ormai stanziale per gli abitanti della zona e per le utenze commerciali (autonoleggio, supermercato, ecc.) oltre a camper, caravan, motrici di camion, etc.

Se i pendolari piacentini (svariate migliaia) avessero un sistema di trasporto pubblico urbano ed extraurbano decente (lo si chiede, Ettore fittavolini pendolariinascoltati, da decenni) probabilmente molti lo utilizzerebbero al posto dell'autovettura per recarsi in stazione. Allo stato dell'arte, per il motivo di cui sopra, alle 7 di mattina (i pendolari devono andare fuori città per essere in ufficio o a scuola su Milano o Parma entro le 8-8.30) è già esaurito, come quello dal lato di via dei Pisoni. Dopo l'assurdo progetto della Giunta Dosi che ha regalato soldi all'immobiliarista di Borgo Faxhall, e che voleva creare con una colata di cemento (solettone nel vallo) l'autostazione delle corriere, la soluzione di spostare lì da Piazza Cittadella (ove era da decenni in via “temporanea”...) l'autostazione dove si trova adesso (a lato dell'ex mercato ortofrutticolo) è quanto di più intelligente si poteva pensare e non ha scontentato nessuno, svolgendo egregiamente il proprio servizio.

Casomai andrebbe migliorata per le strutture, con buona pace dell’amministratore di condominio di Borgo Faxhall, che la vorrebbe dentro l’ecomostro... (la chiedesse a Coemi…). Spostarla in viale S. Ambrogio, abbattendo tutto, per fare un parcheggio ancor più lontano (magari con il tapis roulant tanto caro alla giunta Reggi) mi sembra una stupidaggine colossale, che danneggerà tutti gli utenti ed i residenti, oltre a peggiorare in maniera drammatica la viabilità in una area già invivibile negli orari di punta. Casomai si deve puntare ad aggiungere parcheggi ed a regolamentare la sosta (come si sta chiedendo da decenni, inascoltati). E' chiedere troppo una consultazione con i soggetti interessati, ma non in stile Consulta, ove tutto viene ricevuto per un parere quando tutto è già stato deciso?».

Ettore Fittavolini, ex presidente dell’associazione Pendolari Piacenza

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento