Gragnano celebra la Festa Nazionale del 4 novembre con "l'Alpino dell’anno" Emidio Boledi

Il sindaco Patrizia Calza, a nome dell’amministrazione comunale e di tutta la comunità ha omaggiato il suo concittadino con la consegna di un attestato di ringraziamento

Un momento della giornata

Dopo gli onori resi ai Caduti della Grande Guerra, i cui nomi sono elencati nella stele posizionata nell’androne del Municipio, il sindaco Patrizia Calza, a nome dell’amministrazione comunale e di tutta la comunità   ha infatti ringraziato il suo concittadino «per il servizio profuso a favore  della comunità gragnanese e piacentina, riservando particolare attenzione agli anziani, agli ammalati e alle persone in difficoltà, divenendo così vero esempio e testimone dello spirito di solidarietà proprio del Corpo degli Alpini».

Alla cerimonia civile così come a quella religiosa erano presenti, oltre a un nutrito gruppo di alpini di Gragnano e di Comuni vicini, tra cui l’ex Presidente della Sezione di Piacenza Bruno Plucani, anche il sindaco e i Consiglieri del Consiglio comunale dei Ragazzi, alla loro prima uscita ufficiale.

Insieme si è fatta memoria dei Caduti  della Grande Guerra, dei 4818 piacentini tra cui quelli gragnanesi e dei Caduti di tutte le guerre, comprese quelle attuali, ancora numerose e presenti in almeno 50 paesi del mondo, invitando nel contempo tutti all’impegno quotidiano per il dialogo e la pace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

  • Ricoverato uomo affetto da meningococco , l'Asl: «Per chi è entrato in contatto serve la profilassi»

  • Nella notte fatti saltare due bancomat in pochi minuti, commando in fuga

  • Con l'auto d'epoca contro un palo della luce

Torna su
IlPiacenza è in caricamento