Il maestro di sport Carlo Devoti nel libro delle onorificenze della Società Accademica Arts-Sciences-Lettres

Il riconoscimento per le benemerenze acquisite con il Festival Internazionale dei Giovani

Carlo Devoti

Il 22 giugno il bettolese maestro di sport Carlo Devoti sarà a Parigi per ricevere il “Deplome de medail de vermeil” della Società accademica “Arts-Sciences-Lettres”, istituzione che riconosce con proprie onorificenze il lavoro e il talento di donne e uomini che contribuiscono alla promozione della cultura nel campo artistico, letterario e scientifico. La sua candidatura è stata proposta dal pittore Getty Bisagni molto apprezzato anche in Francia dove per anni ha svolto una apprezzata attività artistica. Dopo essersi trasferito a Milano è stato nominato Delegato dell’ Accademia per l’ Italia. Grazie a questo ruolo e alla frequentazione del Festival Internazionale dei Giovani negli anni di Ferriere ed ora a Berceto, Getty ha potuto conoscere ed apprezzare i numerosi talenti provenienti dalle Scuole d’ arte di 40 nazioni del Mondo e riconoscere loro il valore. La sua ammirazione, apertamente manifestata è stata quella di vedere la varietà di colori, grafiche, manualità, metodi, presentati da giovani di tante nazioni.  Ha quindi deciso di partecipare spesso alle mostre di volta in volta allestite, e quest’anno, in accordo con l’Accademia francese, ha deciso di proporre la candidatura di Devoti quale “Promotore di scambi culturali fra giovani di tutto il Mondo”. Arts-Sciences-Lettres premia infatti personalità francesi e straniere, scelte dal Consiglio di amministrazione, Grand Gold Medals con Honor Plaque e le grandi medaglie Vermeil che vengono conferite durante una cerimonia solenne, impreziosita da uno spettacolo artistico e seguito da una cena d'onore. La Commissione esaminatrice delle candidature ha valutato particolarmente significative le azioni di Devoti che hanno portato ad un osservatorio privilegiato di diversità etniche, culturali, religiose, economiche, servito da laboratorio per mettere a punto pedagogia e metodologia delle  attività svolte, attraverso un proprio ruolo di facilitatore e non di condizionatore; inoltre l’avere agito in ambienti comunitari e essenziali , ma salubri e capaci di stimolare la partecipazione attiva, il mettersi in gioco in ogni momento della giornata. Elementi base del successo lo sport e l’arte, strumenti universali capaci di aiutare i giovani a conoscersi, costruirsi, attraverso Il gioco, che, a differenza della vita, permette di imparare dall'errore in condizione di sicurezza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Europee, nel Piacentino la Lega al 45%. Pd al 19,4%, 5 Stelle al 9,7%

  • Politica

    Elezioni, seggi chiusi. Alle Comunali affluenza definitiva del 67%, alle Europee del 64%

  • Politica

    Via Taverna, lunghe code al seggio di voto dei cittadini romeni per Europee e Referendum

  • Economia

    Il presidio dei lavoratori di Mercatone Uno prima dell’incontro al Ministero

I più letti della settimana

  • Elezioni Amministrative, si vota in 30 comuni: ecco i candidati sindaco e le liste

  • Giro d’Italia nel Piacentino, gli orari del passaggio della carovana rosa

  • Tampona un'auto, grave motociclista sbalzato nel fosso

  • Travolto e ucciso da una lastra di acciaio: era in pensione ma lavorava a chiamata

  • «Ecco com'è facile comprare droga in stazione». Blitz di Brumotti a Piacenza

  • San Protaso e la Felina: i canali esondano, allagamenti e danni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento