"Inciviltà e degrado in via Colombo": bar chiusi alle 24, negozi alle 21 e stop all'alcol d'asporto

Pubblicata una nuova ordinanza sindacale. In via Colombo nel tratto compreso da Piazzale Roma escluso, fino alla rotonda di Via Manzoni - Pennazzi (rotonda esclusa). Stop all'alcol d'asporto nella notte. Dal provvedimento sono escluse le "Botteghe Storiche"

Foto M.Bettini

«La Polizia Locale ha rilevato, nel corso degli ultimi mesi, in occasione di attività di presidio e controllo del territorio e anche su segnalazione di cittadini, che la zona di via Colombo, prossima al “Comparto Stazione Ferroviaria” già oggetto di provvedimenti restrittivi, è significativamente caratterizzata dalla presenza di numerosi soggetti che stazionano senza occupazione e abusano di bevande alcoliche, alimentando il degrado, il disagio ed il senso di insicurezza dei cittadini. Il contesto urbano risulta densamente abitato e le attività economiche presenti, che a vario titolo e in diversa misura svolgono le proprie attività anche in orari serali e notturni, attraggono nella zona numerosi avventori, i quali, soffermandosi a consumare cibi e bevande anche alcoliche fino a tarda ora sull'area pubblica o di uso pubblico nei pressi delle medesime attività e nelle loro immediate adiacenze, generano con il loro comportamento problemi di inciviltà e illegalità urbana, come schiamazzi, disturbo della tranquillità e del riposo dei residenti». Si legge nell'ordinanza del sindaco pubblicata sull'albo pretorio pubblicata il 1 giugno. 

«Tali circostanze,   - prosegue - nel corso del tempo, hanno favorito il fenomeno dell'aggregazione di soggetti spesso dediti ad attività illecite, peraltro aggravate dall'abuso di sostanze alcoliche e correlate alla detenzione e/o spaccio di sostanze stupefacenti o comunque caratterizzati da condotte che creano pregiudizio alle condizioni generali di vivibilità, sfociando in soventi episodi di violenza, che destano grande preoccupazione e allarme sociale per la tutela della sicurezza e dell'ordine pubblico dell'intera zona, per questo le attività commerciali e artigianali, alimentari e non alimentari presenti in via Colombo nel tratto compreso da Piazzale Roma escluso, fino alla rotonda di Via Manzoni - Pennazzi (rotonda esclusa), dovranno osservare l'orario di apertura dalle 7.00 alle 21.00».

«Gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande, potranno protrarre l'orario di apertura serale sino alle ore 24.00.  Dalle ore 21,00 e fino alle ore 7,00 del giorno successivo nella zona sopra descritta è vietata la vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro, nonché di alcolici in qualsiasi contenitore, da parte degli esercenti che svolgono la propria attività commerciale in sede fissa o su aree pubbliche, in laboratori artigianali ed esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, circoli privati, discoteche e attività similari operanti nella zona in questione. Il divieto di vendita riguarda anche la vendita attraverso distributori automatici. Dal divieto è esclusa la somministrazione negli esercizi pubblici di bevande e alcolici effettuata al banco o al tavolo all’interno dei locali e negli spazi esterni occupati in concessione. Negli spazi pubblici è sempre vietato il consumo di bevande alcoliche, nonché di quelle non alcoliche in contenitori di vetro, comunque acquisiti».

«Conformemente a quanto disposto dall'art. 18 del vigente Regolamento di Polizia Urbana sono escluse dal divieto di cui sopra le attività artigianali e commerciali non alimentari con cicli produttivi o processi lavorativi completamente automatizzati, senza presenza di addetti, per gli esercizi commerciali che abbiano ottenuto il riconoscimento di “Bottega Storica”, l'orario di apertura potrà protrarsi fino alle ore 24.00, in considerazione del particolare ruolo che le stesse rivestono nella valorizzazione del Centro Storico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga: «Scaffali vuoti vengono subito riempiti: abbiamo scorte, pronti a ogni evenienza»

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • Coronavirus, l'Inps sospende i servizi e le visite

  • Sei nuovi contagi a Piacenza: tra loro due medici e un infermiere del Polichirurgico

  • «Il virus circolava a Piacenza da tempo ma in tanti lo hanno superato senza accorgersene»

  • «Due nuovi casi positivi all'ospedale di Piacenza: contagiati dal focolaio lombardo»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento