Indice della salute, il Piacentino al 94° posto in Italia: alta mortalità per tumori e infarti

La graduatoria del quotidiano economico “Il Sole 24 Ore” non premia di certo il nostro territorio

Come sta la salute piacentina, almeno secondo le stime del quotidiano economico “Il Sole 24 Ore”? Non proprio bene, a guardare le graduatorie. Piacenza è solo 94esima (su 107 province italiane) nella classifica finale sull’indice di salute. La classifica finale delle 107 province è il risultato della media dei punteggi ottenuti dai diversi territori provinciali nei 12 indicatori presi in considerazione. I parametri presi come riferimento fotografano alcune performance registrate negli ultimi anni (ad esempio l’incremento della speranza di vita) riferiti agli anni più recenti delle statistiche disponibili. I valori su base provinciale sono considerati positivi o negativi in base alle loro capacità di raccontare il benessere della popolazione o la qualità dei servizi sanitari. Così per ogni provincia sono stati attribuiti mille punti ai territori con i valori migliori. Il punteggio scende in funzione della distanza rispetto alla prima classificata. I dati più positivi, in generale, arrivano dalle province del Trentino Alto Adige, seguite dalla Sardegna e dalla Lombardia, mentre le performance più negative, sempre su base regionale, sono quelle di Lazio, Basilicata e Campania. Tra i fenomeni evidenziati dalla classifica nel suo complesso, emerge una netta differenza non tanto tra Nord e Sud, ma tra città e aree interne, cioè quelle più distanti dai servizi essenziali.

Beh, in questa indagine del quotidiano della Confindustria, Piacenza ne esce con le ossa rotte. Risulta 66esima per tasso di mortalità, 98esima per mortalità da tumore, 97esima per mortalità da infarto miocardico acuto. Sempre secondo le stime del Sole, 29esima per speranza di vita, 93esima per consumi di farmaci per asma e bpco, 41esima per consumo di farmaci per il diabete, mentre è al 70esimo posto per consumi di farmaci per l’ipertensione. E per numero di medici di base? Anche qua in fondo alla classifica: 87esimi, mentre per il numero di pediatri siamo al 66esimo posto e geriatri 29°. Si emigra molto fuori provincia per curarsi: Piacenza è al 94° per numero di dimissioni di pazienti avvenute fuori regione.

Nella graduatoria complessiva, dove Piacenza è 94esima, è davanti a tutti Bolzano, seguita da Pescara, Nuoro, Sassari e Firenze. Agli ultimi posti Rovigo, Alessandria e Rieti. Milano è all’ottavo posto, Modena al ventesimo, Cremona al 25°, Reggio Emilia al 33°, Parma al 48°, Lodi al 51°, Bologna al 52°.

Potrebbe interessarti

  • Ricette piacentine: i pisarei e fasò

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Guida ai detersivi alla spina: perché comprarli e dove

  • Solstizio d'estate: tra curiosità e riti magici, quello che non tutti sanno!

I più letti della settimana

  • Schianto fra Tir in A21, gravissimo un uomo. Autostrada chiusa e 12 chilometri di coda

  • Pestate in casa da cinque rapinatori incappucciati, due donne all'ospedale

  • Trovato alla guida ubriaco fradicio alle 10 di mattina, denunciato 

  • Ingerisce cocaina per sbaglio, gravissimo bambino di un anno

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta contro il guard-rail, 24enne all'ospedale

  • Scivola mentre raccoglie fiori e fa un volo di quattro metri nel torrente, è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento