«L'entusiasmo, la curiosità, il desiderio di imparare vi accompagnino sempre»

L'augurio di buon lavoro del sindaco Patrizia Barbieri e dell'assessore alla Scuola Jonathan Papamarenghi  a studenti, insegnanti e dirigenti per l'avvio dell'anno scolastico

L'assessore alla Scuola Jonathan Papamarenghi alla scuola Mazzini

Lunedì 16 settembre è iniziata la scuola per i giovani piacentini: l'augurio di buon lavoro del sindaco Patrizia Barbieri e dell'assessore alla Scuola Jonathan Papamarenghi  a studenti, insegnanti e dirigenti per l'avvio dell'anno scolastico

«Il primo giorno di scuola porta sempre con sè le attese e le speranze di un nuovo inizio. Una strada ancora da tracciare, con la consapevolezza che a indirizzare i passi e a segnare le tappe del cammino sarà innanzitutto l’impegno personale e la propria determinazione. Questo è l’augurio più importante che rivolgiamo a tutti gli studenti, dai remigini che si affacciano un po’ timorosi tra i banchi, ai ragazzi che si avviano verso il diploma di maturità: che l’entusiasmo, la curiosità, il desiderio di imparare non si spengano col passare dei mesi, ma rendano il vostro percorso intenso e ricco di significato, giorno dopo giorno. Saper accendere la passione e il bisogno di comprendere – non solo di apprendere – è merito degli insegnanti che credono profondamente nella propria professione, superando le quotidiane difficoltà. A ciascuno di loro, a cominciare da chi ha un ruolo di sostegno al fianco degli alunni con disabilità, vorremmo esprimere la gratitudine delle istituzioni e delle famiglie, per il ruolo educativo insostituibile e perché rappresentano un punto di riferimento che, talvolta, ci accompagna per la vita. Si parla spesso di grandi riforme, di cambiamenti necessari e di innovazione nel mondo scolastico. Possiamo dire con orgoglio che quel che emerge, dal dialogo con i dirigenti dei circoli didattici e dei diversi istituti, è una sensibilità crescente e un’apertura a nuovi progetti che va ben oltre la mera gestione amministrativa o procedurale di un sistema complesso. Il compito delle Istituzioni è di essere costantemente al fianco di studenti e docenti e di saper agevolare un cammino che porterà a costruire il nostro domani».«Perché è a scuola che si nutrono le radici profonde, a scuola che si programma e si semina per dare nuova linfa al futuro, trasmettendo non solo nozioni e cultura, ma anche il valore del rispetto, della condivisione, del confronto e di una relazione corretta con gli altri. Ai ragazzi il compito –  e la responsabilità, perché anche questa si impara tra una lezione e l’altra – di cogliere l’opportunità e far valere, appieno, quel diritto fondamentale che è lo studio». 

         

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento