La Fanfara dei Bersaglieri stupisce Cadeo

Bricconi: "Preziosissima la voce del passato, ma i  valori hanno bisogno di continuare a vivere nelle azioni di uomini e donne di oggi"

Un momento dell'esibizione

A Cadeo la Fanfara dei Bersaglieri "Pietro Triboldi" di Cremona accende il centro paese e gli animi dei presenti. Domenica 3 marzo a Roveleto ad applaudire al concerto  dei Bersaglieri numerosi bambini adulti e anziani; un concerto realizzato in concomitanza con i festeggiamenti bis del 70esimo anno di fondazione della associazione Combattenti e Reduci sezione di Cadeo, guidata da Nino Montagna, attuale  presidente in carica. «La presenza dei Bersaglieri qui insieme a noi, ci impone di non dimenticare, di riflettere sul perché dopo tanti anni, dopo tanti decenni, è necessaria, ancora oggi, la nostra testimonianza - così ha preso la parola Marco Bricconi, sindaco di Cadeo -. Siamo, ed in particolare voi Bersaglieri siete, la voce del passato, la testimonianza di tanti ricordi, sia dei soldati che si sono immolati per la Patria,  che di quelli che hanno fortunatamente fatto ritorno a casa». Dopo un concerto per le vie di Roveleto, accompagnato da un lungo corteo e guidato dagli amministratori locali, dal generale Raffaele Campus presidente provinciale ANCR e dal Gruppo Alpini, toccante la sosta al Monumento dei Caduti dove un omaggio commemorativo è stato accompagnato dal toccante silenzio e alzabandiera, suonati dal gruppo "Pietro Tripoldi".

Seconda tappa dell'evento commemorativo, la frazione di Saliceto di Cadeo: concerto sul sagrato della chiesa, messa guidata da don Stefano Antonelli e omaggio al Monumento dedicato ai caduti. «Vogliamo e dobbiamo coltivare una memoria che possiamo definire comunicativa; il passato ha un messaggio per noi che non può essere ignorato. Dobbiamo assolutamente evitare il ripetersi degli errori già visti e la nostra involuzione.  - ha così ricordato il primo cittadino di Cadeo, davanti al monumento dei Caduti a Saliceto -. Quello che viviamo durante l'anno con gli studenti del nostro Istituto scolastico va proprio in questa direzione: i ragazzi entrano in contatto con la storia, vi si immergono e ciascuno esce da questo percorso con un messaggio che sente proprio e i loro racconti di anno in anno ce lo dimostrano. La memoria ha un messaggio intrinseco che non ha bisogno di essere pubblicizzato ma ha bisogno di una comunità in cui incarnarsi, in cui continuare a vivere. I valori hanno bisogno di continuare a vivere nelle azioni concrete di uomini e donne di oggi». Durante la giornata a Ercole Viciguerra, è stata consegnata una medaglia d'oro a nome del prezioso sostegno a favore di ANCR Cadeo.

Cadeo fanfara bersaglieri-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Soldi e gioielli per scacciare il malocchio: arrestata in centro a Piacenza la "Maga Anita"

  • Politica

    Caorso, Battaglia si ricandida: «Convinta dagli ultimi fatti accaduti e dalla vicinanza dei cittadini»

  • Cronaca

    Botte alla lucciola che non riusciva a pagare il marciapiede, sfruttatore in manette

  • Cronaca

    Preso in auto con 5 chili di hascisc, piacentino condannato a più di due anni

I più letti della settimana

  • Blitz nei campi nomadi all'alba, decine di arresti

  • Tir si ribalta e prende fuoco in A21, autostrada chiusa

  • «Russomando era tra chi contestava l’iniziativa contro l'erba della morte»

  • "Decolla" sullo spartitraffico e poi si schianta contro quattro auto in sosta, traffico in tilt

  • Schianto all'incrocio, auto si ribalta. Una donna all'ospedale

  • Furti, riciclaggio e minacce al sindaco, il pm: «Comportamenti tipici della criminalità organizzata»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento