Gli uomini in corteo: «Donne libere di scegliere»

Centocinquanta persone hanno sfilato per le vie di Piacenza nel pomeriggio del 26 ottobre unite da un comune denominatore: la libertà di scelta che devono avere le donne. Un corteo pacifico, senza slogan e apartitico

Un momento della manifestazione

Centocinquanta persone hanno sfilato per le vie di Piacenza nel pomeriggio del 26 ottobre unite da un comune denominatore: la libertà di scelta che devono avere le donne. Un corteo pacifico, senza slogan e apartitico volto a promuovere, fanno sapere gli organizzatori tra i quali Manrico Maglia «un percorso di presa di coscienza ed allontanamento dalle figure dei maschi violenti sessisti, stalkers, stupratori e purtroppo a volte assassini, un percorso volto a colmare l’abisso tra universi femminile e maschile che si crea tra noi, ogni giorno, nella quasi normalità sociale, fino ad addirittura fagocitarci, e che rende la vittima-donna quasi complice del suo carnefice, complici l’omertà di famiglie, amici e vicini; per sensibilizzare gli esponenti del sesso maschile a dare in ogni forma il proprio sostegno alle donne come segno di desiderio di cambiamento, contro il retrogrado sessismo per un futuro migliore nel segno del rispetto totale verso le donne». Il corteo era guidato da uomini, per lanciare proprio un segnale.

Hanno aderito alla manifestazione, partita dal Pubblico Passeggio e conclusa in piazza Sant'Antonino con un girotondo, Cgil (presenti Gianluca Zilocchi e Giovanni Baiardi), Cisl, Uil di Piacenza, Donne Democratiche di Piacenza, Arcigay Piacenza Lambda, Associazione Libellula - Liberi per Crescere di Milano, Centro Antiviolenza - La Città delle Donne -Telefono Rosa di Piacenza, Anpi sezione Medina Barbattini di Piacenza, Articolo21. Ad allietare la camminata la Banda di Piacenza Jazz Club guidata da Gianni Azzali. Presenti inoltre il consigliere regionale Pd Katia Tarasconi, i consiglieri Stefano Cugini e Giulia Piroli (Pd), Patrizia Calza (sindaco di Gragnano e consigliere provinciale Pd), Francesco Rabboni (consigliere comunale Forza Italia), l'assessore al Nuovo Welfare della Giunta Barbieri Federica Sgorbati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Dino De Simone non si trova, le ricerche proseguono senza sosta

  • Tre maestre arrestate per maltrattamenti sui bambini all'asilo

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

Torna su
IlPiacenza è in caricamento