Notte Blu, vietate le bevande in vetro e lattina

L’obbligo di utilizzare contenitori di carta o plastica riguarderà tutte le attività esercenti la somministrazione di bevande e alimenti, gli esercizi commerciali in sede fissa e in forma ambulante, nonché le attività artigianali di produzione e vendita di beni alimentari operanti in centro storico, compresa via IV Novembre.

E’ stata firmata il 18 maggio l’ordinanza sindacale che prevede, in occasione della Notte Blu, il divieto di somministrazione, consumo, vendita e detenzione di alimenti e bevande in contenitori di vetro e lattine, in tutte le aree pubbliche in cui si svolgerà la kermesse. Il provvedimento – adottato in conformità alle direttive nazionali a tutela dell’ordine pubblico e dell’incolumità delle persone, in occasione di manifestazioni che richiamino un afflusso notevole di partecipanti – sarà in vigore dalle 19 all’una di notte di sabato 19 maggio.  L’obbligo di utilizzare contenitori di carta o plastica riguarderà tutte le attività esercenti la somministrazione di bevande e alimenti, gli esercizi commerciali in sede fissa e in forma ambulante, nonché le attività artigianali di produzione e vendtia di beni alimentari operanti in centro storico, compresa via IV Novembre.  La violazione dell’ordinanza comporta una sanzione amministrativa di 500 euro, con facoltà di estinguerla attraverso il pagamento, in misura ridotta, di 333,33 euro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

  • Massimo scrive di una busta misteriosa: un affare li avrebbe potuti dividere e lui l'ha uccisa?

  • «Salvini con il rosario in mano? A Cortemaggiore si è anche inginocchiato in chiesa, magari facessero tutti così»

  • Tamponamento tra due tir in A1, muore un uomo

  • Massimo scrive a Perazzi: «Abbiamo litigato poi è scappata e non l'ho più vista»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento