Telecamere al liceo Respighi, Gilda: «Mancano le autorizzazioni previste dalla legge»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«E’ opportuno chiarire che per installare telecamere e/o qualsiasi impianto di videosorveglianza nei luoghi di lavoro, compresi gli istituti scolastici, è obbligatorio che sussista un accordo formale con le rappresentanze sindacali. Ciò lo prevede la legge 300/70 nota come “statuto dei lavoratori”, recentemente modificata dal cosiddetto “jobs act”». La Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma fa notare la cosa, dopo che qualche dipendente del Ministero dell’Istruzione ha diffuso la notizia dell’installazione delle telecamere al “Liceo Respighi”, senza che siano state ancora richieste le autorizzazioni previste dalla legge. La Gilda in merito a questa mancanza ha chiesto spiegazioni alla Provincia, all’Ufficio Scolastico Regionale ed a quello territoriale di Piacenza e Parma. A tal fine il coordinatore della Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma Salvatore Pizzo, puntualizza: «Non abbiamo alcun problema ad avallare l’installazione di telecamere contro ladri e vandali ci mancherebbe, ovviamente fatte salve tutte le garanzie che ci devono essere date, ma fino ad oggi nessuno ci ha richiesto alcunché - continua il dirigente sindacale – non vorremmo essere costretti a compiere sgradevoli passaggi nelle sedi opportune».

Torna su
IlPiacenza è in caricamento