Via Francigena: un progetto valorizzerà le tappe di Calendasco, Gragnano, Pontenure, Cadeo, Fiorenzuola e Alseno

Francigena in Comune” è l’etichetta della strategia risultata vincitrice del Bando di Rigenerazione Urbana di Regione Emilia Romagna, mirata ad elevare l’interesse globale della via Francigena il cui itinerario è stato riconosciuto dal Consiglio di Europa dal 1994. L’investimento complessivo è rilevante: 1.7 milioni di euro con contributo della Regione di 1 milione.

Questa mattina nella sede dell’Ordine Provinciale degli Architetti, dopo una breve introduzione del Presidente Giuseppe Baracchi, i 100_2693-3sindaci dei sei Comuni attraversati dal percorso devozionale hanno espresso soddisfazione per l’opportunità che si sta concretizzando e illustrato gli interventi di competenza: il Castello di Calendasco, con la sistemazione del piano terra e del cortile interno per farne la prima tappa per i pellegrini, a Gragnano l’ex cinema Roma, verrà trasformato in un Centro polifunzionale aperto a tutta la comunità e con servizi dedicati ai pellegrini. Pontenure punta sulla riqualificazione del secondo piano di Villa Raggio; Cadeo e a Fiorenzuola attrezzano con un nuovo arredo rispettivamente il Municipio e la Piazza dei Caduti. Ad Alseno si interverrà nei pressi l’agenzia di Chiaravalle della Colomba per rendere più facile la mobilità dei pellegrini.

Il quadro generale del Progetto è stato illustrato dal project manager Vito Redaelli, che ha spiegato come alla base dell’intervento ci sia un concorso di progettazione per disegnare gli arredi dei turisti/pellegrini che dovranno caratterizzarsi per: essenzialità legata al contesto, la capacità di creare un dialogo tra le comunità del territorio e di far da orientamento per i pellegrini assicurando loro anche un punto di ristoro e riposo, poter ricaricare il telefonino – possibilmente in maniera sostenibile – ed essere arricchito anche di elementi interattivi 100_2702-2multimediali. Il costo massimo per ogni intervento.

Il primo premio è di 7000 euro con l'incarico professionale: termine ultimo per la consegna delle proposte è il 1 ottobre 2019; sono previsti anche il secondo e il terzo premio oltre a menzioni speciali. La giuria sarà presieduta da Marco Ferreri, architetto e designer, dalla direttrice della rivista internazionale "Abitare" oltre a membri nominati dal Politecnico di Milano (Polo di Piacenza), dall'Ordine Architetti di Piacenza, dell'Associazione Europea delle Vie Francigene e dal Comune capofila Pontenure. A fianco dei Comuni, sono partner della strategia di rigenerazione urbana l'Associazione Europea delle Vie Francigene, il Touring Club Italiano, l'Università Cattolica del Sacro Cuore-Polo di Piacenza, la Segreteria Vescovi le di Piacenza, l'Associazione Fiorenzuola in Movimento, Radio Francigena-La voce dei cammini; Confocooperative Piacenza, l'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bologna.

Potrebbe interessarti

  • Prurito dopo la doccia: allergie e possibili motivazioni

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

I più letti della settimana

  • Migliaia di rotoballe divorate dalle fiamme nella notte, nel rogo muoiono anche alcuni bovini

  • Cade da una scala, muore operaio

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Travolto in bici da un furgone, grave un bambino

  • Rissa tra due famiglie poi spunta un coltello: ferito un uomo

  • Il vicino prende a calci un cane, scoppia la rissa e spunta un'accetta

Torna su
IlPiacenza è in caricamento