Vicino a te non ho paura

Vicino a te non ho paura

I fuochi artificiali e gli animali: l'incubo si ripete

Come ogni anno purtroppo il danno dei fuochi artificiali si ripete, e a pagarne le conseguenze sono sempre gli animali, spaventati a morte da quei terribili spari. Loro, a differenza nostra, non possono discriminare gli spettacoli pirotecnici da vere e proprie esplosioni improvvise e come tali vivono un momento di ansia e stress.

La festa spesso si mescola al danno. L'Amministrazione comunale con un'ordinanza recente ha fatto il primo passo in avanti a tutela di chi rischia di subire l'effetto dei botti: vietato l'uso di fuochi d'artificio nelle vicinanze di case di cura, scuole aperte e luoghi con animali. Multa di 50 euro per i trasgressori, sarà davvero un deterrente all'uso indiscriminato dei petardi come mezzo stupido di divertimento??? Io purtroppo sono molto scettica in merito e fintanto non verrà posto il divieto assoluto degli spettacoli pirotecnici, il danno si ripeterà inevitabilmente e migliaia di bambini e animali ne subiranno le peggiori conseguenze. Proprio a sostenere la mia tesi, lo scorso anno, un bimbo di appena 7 anni ha perso due dita della mano destra raccogliendo un petardo inesploso, durante una festa popolare in provincia di Piacenza (oltre a tutte le lesioni subite dagli animali).

La parola d'ordine è salvaguardare animali e persone. Lanciamo un accorato appello a tutti i cittadini che amano gli animali affinché rinuncino a festeggiare l'arrivo del nuovo anno con i tradizionali botti e diffondano questo messaggio ad altre persone. Gli animali domestici, infatti, vengono letteralmente terrorizzati dal rumore di petardi e fuochi d'artificio. Molti cani e gatti fuggono dai loro giardini, scavalcando recinti ed ostacoli che normalmente sono sufficienti a contenerli e spesso, disorientati, non riescono più a ritrovare la via di casa, vagano spaventati rischiando di farsi investire, per non parlare delle innumerevoli conseguenze sulla salute degli stessi. Sono riportati collassi cardio-circolatori, shock, disturbi gastroenterici, cistiti (sopratutto in gatti dove il loro stress viene manifestato anche nei giorni successivi con patologie a carico dell'apparato urinario), tremori, disorientamento, forme ischemiche, tachicardia grave, a volte si rivelano fatali per la sopravvivenza dell'animale, soprattutto con patologie sottostanti o in cani anziani cardiopatici. 

Non lasciate mai cani e gatti da soli, ma teneteli al vostro fianco, non lasciateli mai all'aperto: la paura fa compiere loro gesti imprevedibili, il primo dei quali è la fuga; non teneteli legati alla catena (anche se per legge vige l'assoluto divieto), perché potrebbero strangolarsi; se li tenete fuori consentitegli di trascorrere in casa almeno questa sera; non lasciateli sul balcone perché potrebbero gettarsi nel vuoto; dotateli di tutti gli elementi identificativi possibili (microchip obbligatorio per legge e collare con medaglietta); evitate di disturbarli se si nascondono in un luogo della casa in cui si sentono riparati; accendete radio o tv per minimizzare l'effetto dei botti; prestate attenzione anche agli animali in gabbia e non teneteli sui balconi; nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgersi con anticipo al veterinario curante, evitando rimedi casalinghi.

Esistono alcuni rimedi farmacologici, che consentono all'animale di rimanere più tranquillo, si tratta di miorilassanti, da usare con cautela, per ridurre l'ansia e lo stress acuto, previa visita veterinaria accurata e dosaggio specifico. L'utilizzo in modo sconsiderato può causare gravi danni. Si può ricorrere nei casi meno gravi o per i gatti (che generalmente risentono meno dell'effetto dei fuochi artificiali) a terapie omeopatiche, che nel lungo periodo, possono rivelarsi una valida alternativa.

E' inutile dirlo che ogni anno purtroppo migliaia di animali sono vittime indiscusse del divertimento delle persone, che non si rendono conto di quanto può essere dannoso ed inutile lo scoppio dei fuochi artificiali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vicino a te non ho paura

Luana, medico veterinario di Piacenza, laureata a Parma nel 2012, si sta formando in cardiologia. Scontato dire che adora gli animali, ma la sua strada è stata delineata grazie proprio al suo gatto che è stato un importante amico fedele per 21 anni. Una persona sensibile ed educata che si impegna per quello in cui crede, ambiziosa e testarda. Lavora presso l'Ospedale Veterinario Farnesiana di Piacenza in Medicina interna e Cardiologia. Ama profondamente il suo lavoro e spera di realizzare qualcosa di importante

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Spero che i "botti" gli scoppino nei pantaloni....che fa rima con....

  • Chi sa perchè ogni fine anno si fa presente del problema degli animali per lo scoppio dei fuochi d'artificio e poi in estate ci sono fuochi d'artificio un po ovunque da San Nicolò a Bobbio e nessuno reclama eppure gli animali ci sono sempre non penso che in estate vadano in vacanza.

  • Avatar anonimo di enrico zaffignani
    enrico zaffignani

    dovrebbero mozzarsi le mani a tutti quegli ignorantoni che fan scoppiare i botti,

Torna su
IlPiacenza è in caricamento