Fioristi o Fiorai?

Fioristi o Fiorai?

Per un San Valentino... da fiaba!

La rosa racchiusa sotto una campana è un elemento molto evocativo

Fotografie di Marta Ombri presso KaDò flowerdesign

Una favola ormai celeberrima, che ha ispirato tra le altre cose la regia di Mark Osborne nel 2015, narra del legame d'amore tra un bimbo e un fiore: “Se qualcuno ama un fiore, di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle, questo basta a farlo felice quando lo guarda”. Si tratta de "il Piccolo Principe", romanzo che ha incantato intere generazioni. Il fiore in questione è una rosa, alla quale il protagonista si dedica amorevolmente: “È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante”. Queste parole si riferiscono in generale all'amicizia, ma visto che tra pochi giorni si festeggerà la festa degli innamorati, che tradizionalmente è il giorno di San Valentino, lo prendiamo come esempio di puro e sincero Amore. Un amore fragile come i petali del fiore, ma fatto di cure amorevoli e attenzione, che bisogna proteggere come le cose preziose! Alla mente balena subito l'immagine della rosa racchiusa sotto una campana di cristallo trasparente.

La rosa racchiusa sotto una campana è un elemento molto evocativo. Anche la rosa incantata della favola de "la Bella e la Bestia" è custodita sotto una campana di vetro in attesa che la Bestia conosca di nuovo il vero Amore e possa così rompere l'incantesimo. Nella fiaba tradizionale europea, che seppur vecchia di secoli è arrivata alle nostre generazioni nel 1991 nella versione cinematografica di Walt Disney, la rosa è la causa della maledizione che affligge il castello. Il principe che rifiutò la rosa in cambio di un alloggio, venne trasformato in una Bestia e l'incantesimo sarebbe stato rotto dal vero amore entro e non oltre la durata della rosa stessa. Per questo anche questa rosa incantata viene protetta sotto una campana di vetro.

Ricca di simbologie dunque, la rosa racchiusa sotto una piccola cupola trasparente, ci ha ispirato un dono floreale, che vedete immortalato da Marta Ombri nelle foto allegate. Questo dono è adatto all'ingenuo innamoramento dei più giovani, ma anche a tutti i romantici che desiderano ricordarsi della spontaneità del loro più maturo Amore. Si perchè la festa di san Valentino è da sempre un'occasione valida per fare un dono all'amata/o, tra i giovanissimi ma non solo. Infatti sono in tante le persone già sposate e mature che colgono lo spunto per fare un piccolo dono. Non è dunque solo la festa dei fidanzati ma piuttosto dell'amore fresco e sincero, magari con un tocco di ingenuità e tanto tanto romanticismo. Quando tra i nostri clienti c'è qualche signore ormai anziano che acquista un dono per la compagna, ci fa sempre tanto piacere. E non solo uomini ma anche le donne regalano fiori per san Valentino. Naturalmente la clientela maschile  rimane la maggioranza, ma non è raro vedere in negozio giovani innamoratissime ragazze che cercano un dolce pensierino per il fidanzato.

Non ci rimane dunque che fare gli Auguri a tutti gli innamorati! Giovani, anziani, uomini e donne, gay o etero... non importa! Vorremmo che almeno per un giorno tutti quanti si ricordassero della frizzante emozione di quando ci si reca da qualcuno di speciale con un fiore in mano da donare. 
I ragazzi di KaDò flowerdesign

Fioristi o Fiorai?

Daniele e Davide, titolari del negozio KaDò Flowerdesign in via Abbadia a Piacenza, interpretano con originalità, cura e innovazione il favoloso mondo dei fiori, trasformandolo in vera e propria arte e amore per ciò che vi è di più bello



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento