Il tarlo scemo

Il tarlo scemo

Marilyn Monroe e il presunto video Hard

Mi sono preso la briga di verificare i file datati 1965 dell’FBI su MM, e tra le centinaia di pagine compilate, frutto di anni di spionaggio, ho trovato la frase che cercavo: “Il video ritrae la defunta attrice Marilyn Monroe mentre commette un atto perverso su di uno sconosciuto. L’ex star del baseball Joe di Maggio in passato ha offerto 25.000 dollari al nostro informatore per l’unica copia di quel filmato, ma questi si è rifiutato di consegnarlo.”

Mi sono preso la briga di verificare i file datati 1965 dell’FBI su MM, e tra le centinaia di pagine compilate, frutto di anni di spionaggio, ho trovato la frase che cercavo: “Il video ritrae la defunta attrice Marilyn Monroe mentre commette un atto perverso su di uno sconosciuto. L’ex star del baseball Joe di Maggio in passato ha offerto 25.000 dollari al nostro informatore per l’unica copia di quel filmato, ma questi si è rifiutato di consegnarlo.”

Nel 2008, questo fantomatico video in cui MM pratica sesso orale a uno sconosciuto, viene venduto a un milione e mezzo di dollari durante un’asta. Il film dura un quarto d’ora, e l’americano che l’ha comprato, ha garantito che non ha nessuna intenzione di commercializzarlo. Ora il problema, come sempre per questi psico/drammi/show americani, è la verifica dell’originalità della pellicola, ma Keya Morgan, un famoso collezionista ha garantito che non ci sono dubbi, in base a: “il famoso neo della M, subito riconoscibile, nel suo sorriso raggiante e seducente. Quando alza la testa e se ne va, il filmato finisce.” Il film era uscito dalle stanze dell’FBI attraverso il figlio di un informatore e mostra una giovane bionda tutta indaffarata su di un uomo dal volto mai ripresto. E qui parte il secondo mistero: chi era costui? Si è subito pensato a uno dei due fratellini terribili: Bob e John Kennedy, soprattutto in virtù del fatto che il secondo era stato un suo amante. A spingere in questa direzione era stato proprio colui che aveva organizzato la fitta rete di controllo: il fondatore dell’FBI Hoover, al quale BFK e JFK davvero non andavano giù. Un po’ come a molti ancora oggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da quel momento il giochino di Hoover era proprio quello di riuscire a identificare in uno dei due fratelli l’uomo oggetto di tanta attenzione da parte della bionda. Pare che abbia pure cercato, attraverso la collaborazione di alcune prostitute “amiche” dei Kennedy, di appioppare questo onore proprio al 35° presidente degli Usa. Chiaramente ogni suo tentativo fallì, anche perché, il filmato risaliva agli anni ’50 quando MM era ancora una sconosciuta e Kennedy lontano dalla Casa Bianca. L’FBI comunque permise all’informatore di tenere una copia della bobina, maturata appunto fino al 2008 al valore di 950.000 euro. Un “bell’affare”… 

Il tarlo scemo

Nereo Trabacchi nasce a Piacenza nel '74, città dove tutt'ora vive e lavora. La sua principale attività è nell'azienda di famiglia, ma da qualche anno, la sua passione prima per la lettura e poi per la scrittura, gli hanno permesso di pubblicare sette romanzi. Alcuni titoli come Brindo e me ne vado e Il re della città, hanno conosciuto fortuna su tutto il territorio nazionale. Le sue principali passioni sono il cibo, il vino, la fotografia e gli scacchi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

Torna su
IlPiacenza è in caricamento