Piacenza Nostra

Piacenza Nostra

La "buona" scuola si vede in tv ...che brividi!

Un gioco televisivo di successo va in onda su Rai1 prima del TG della sera (d'estate va in vacanza). Consiste in gruppi di quiz che variano dal gossip, all'universo mondo, anche quello dell'assurdo. Ma non mancano giochi dove servirebbero le nozioni elementari di storia, di geografia, di grammatica o di normale informazione. Roba da scuola dell'obbligo. O di umana logica elementare. E qui cascano gli asini. Ecco un po' di esempi presi a caso

Un gioco televisivo di successo va in onda su Rai 1  prima del TG serotino (d'estate va in vacanza). Consiste in gruppi  di  quiz che variano dal  gossip, all’universo mondo, anche quello dell’assurdo. Ma non mancano giochi dove servirebbero le nozioni elementari  di  storia, di geografia, di grammatica o di normale informazione. Roba da scuola dell'obbligo. O di umana logica elementare. E qui cascano gli asini. Ecco un po’ di esempi presi a caso. 

Domande preliminari.  Quanti sono i bronzi di Riace? Sette. Quante ruote ha un triciclo ? Quattro. Periodo di dieci anni: decalogo.  Ti dicono una città, devi collocarla nella sua regione. Pronto? Sì. Bene, partiamo. Treviso nel Lazio, Lecce in Umbria, Lecco in Toscana, Foggia in Piemonte. Sembrerà impossibile ma  le ha  infilate - tutte quante in fila - uno  stesso concorrente (“campione” uscente).   Ti danno un cognome, devi accompagnare il nome. D’Annunzio: Fabrizio. Macchiavelli: Gianni. Appaiono  quattro opzioni, ovvero quattro diversi anni, entro uno  dei quali collocare l’evento relativo alla domanda. Viene arrestato Antonio Gramsci: 1971. A Mosca la folla dà l’ultimo saluto a Lenin. Risposta: 1978. Con quale nome è ricordata una dinastia di imperatori del Sacro Romano Impero, da scegliere tra: Idiofoni, Archi, Legni, Ottoni. Risposta: Idiofoni (idioti che parlano?). Mussolini, in piena dittatura, lancia la battaglia del grano: 1947. Quando un concorrente commette il secondo errore, si passa alla “scalata”, una piramide di sei parole (di cui è data la  iniziale e il numero di lettere) da salire  gradino per gradino  individuando le rispettive giuste risposte. La più lunga è di nove lettere e sta in fondo, la più corta  è di quattro lettere e sta alla sommità. Domanda: Scrisse il Capitale (M  iniziale, quattro lettere). Risposta: passo…non lo so.  A pochi mesi dalla morte di Stalin si parla di complotto dei medici: 1921. Una sonda dell’URSS tocca per la prima volta il suolo di Marte: 1926 (eh, sì… marziani di tutto il mondo unitevi). Il re emana una legge per regolamentare la circolazione stradale.  Ovviamente tra le quattro scelte c’è il 1929, ma  primo a rispondere è un arzillo anzianotto che risponde: 1949. Sbagliato, quindi tocca a un pimpante giovanotto che spara: 1960 (evidentemente per la repubblica c’è ancora tempo).  Winston Churchill dice agli inglesi: “non ho da offrire che sudore, lacrime e sangue”.  La bella concorrente forse si chiede  chi sarà mai ‘sto Churchill… Forse un allenatore del Manchester United? Allora snobba il 1940 e si butta decisa: 1988. Altra concorrente, altra perla. Gina Lollobrigida fa campagna elettorale alle europee cavalcando un asinello. Riflette un attimo e poi, tra le quattro opzioni disponibili, sceglie il  1938. E sì, le famose, allegre e democraticissime  elezioni europee del ’38 vinte dai nazifascisti. Altra domanda:  Il Corriere dello Sport diventa Il Littoriale. Il primo concorrente opta per il 1978. La parola passa al secondo che corregge solo un po’ il tiro: 1952.  

Pausa estiva, poi il programma riprende alla grande. Domanda: viene ucciso  Giacomo Matteotti. Il primo concorrente tra le quattro opzioni disponibili sceglie: 1987 ! Il 1987 evidentemente piace. Lo sceglie pure la concorrente che deve scegliere l'anno in cui l'autore della Canzone del Piave donò alla Patria le sue medaglie d'oro.

Altro gioco. Ti danno la  voce di un verbo, devi dire il  medesimo verbo all’infinito. Che io soglia. Risposta: sogliare. Passato remoto di contrarre. Risposta: contraessi.  Participio passato di ergere: erguto. Passato remoto di svenire: svenebbi.  Vediamo la logica. I pugili si allenano spesso con un gioco tipico dei bambini.  Quattro opzioni, tra cui il salto della corda. Ma il concorrente opta per la “mosca cieca”. Quante sono le ghette di zio Paperone? Tre. Quanti canini ha un cane? Due.  Quanti i telefoni progettati da Leonardo? Uno.     Personaggi  o storici o  di fantasia,  Masaniello: di fantasia.  Brancaleone da Norcia: storico. E che dire della geografia?  Su quale oceano si affaccia il Marocco? Atlantico o Pacifico?  Pacifico. Quale fiume divide  la città di Budapest  in Buda e Pest? Risposta: il Volga.  Le solite quattro date in cui collocare l’evento. Il pane costa 2 lire. Risposta: 1975.  Arriva in edicola il quotidiano La Repubblica.  Risposta: 1933 (quindi Eugenio Scalfari dovrebbe avere almeno  130  anni… e in effetti li dimostra). Alla vigilia della guerra un ingegnere costruisce un computer in casa. Vuoi che sia il 1936 ? Macché, risposta franca e pronta:  1958 (vigilia della famosa guerra del 1959).   Eltsin sostituisce Gorbaciov alla guida dell’URSS. Prima risposta: 1921. Seconda risposta: 1971. In Italia diventa obbligatorio il “voi” al posto del “lei”.  Risposta: 1982. Eh sì, chi è che non dà del voi al capoufficio e al cameriere. Su incarico di Mussolini, Marcello Piacentini ristruttura il teatro dell’opera. Risposta 1953. Non fosse leggermente defunto è certo che Mussolini nel 1953 sarebbe stato molto attento ai beni culturali…Eppoi c’è il tempo della TV. Domanda: in televisione si legge la Bibbia per intero in sette giorni. La prima concorrente sceglie il  1920.  Il secondo concorrente opta per il 1938. Insomma, Mussolini, dopo l’Impero aveva dato agli italiani pure la TV.   E c’è anche il gioco del “vero o falso”. 

La regione più piccola d’Italia ha la montagna più alta: falso. Boh, in Valle d'Aosta ci saranno i colli Euganei mentre il Monte Bianco sarà in Campania.  La filastrocca dei trentatré trentini … si ispira a un episodio del Risorgimento.  Risposta: vero. Ovviamente non è vero, però è divertente.  Duello tra i due finalisti (quindi i migliori): Torino viene oscurata per i bombardamenti. Tra le quattro opzioni, colui che risponde per primo dice 1980.  Bombardamenti su Torino nel 1980?  Parola all’avversario: 1961!  Enrico Caruso tiene il suo ultimo concerto. Risposta: 1963.  Negli anni ’20, prima che diventasse di moda, dove si faceva “happy hour”?  Risposta: nei campi di cotone.  Ovvero l’aperitivo  dello Zio Tom. Quanti fucili appaiono nel film Ben Hur:  due.  Viene promulgata l’amnistia Togliatti per i crimini fascisti. Tra le quattro scelte c’è  1946, ma la  risposta è: 1987. Vabbé che la burocrazia è lenta, ma 42 anni dopo la fine del fascismo e 23 dopo la morte dello stesso Togliatti non sarà un po’ troppo ?  Nell’Italia del dopoguerra viene introdotta la dichiarazione dei redditi: 1975. L’avrà introdotta Vanoni…Ornella.  Saigon è libera: 1951. E certo, “Vietnam Libero” era lo slogan che urlava mio nonno nei cortei studenteschi.  Eisenhover  incontra De Gasperi e a Roma si scende in piazza contro la politica del riarmo: 1975. Durante il Risorgimento italiano i patrioti in quale modo  esprimevano i loro sentimenti?   Prima risposta: Avanti Mameli; seconda risposta:  Forza Manzoni; finalmente alla terza viene scelto “Viva Verdi” (acronimo di Viva Vittorio Emanuele Re D’Italia).  Si festeggianio  i 100 anni dell’Unità d’Italia. Beh, questa è facile: 1982!  Molti ricorderanno la canzone che diceva “se potessi avere mille lire al mese …”, gran successo di che anno ?  Risposta incredibile: 1999.   

Ci sono pure i motti celebri.  Il conduttore dice l’inizio, il concorrente conclude.  “Libera chiesa in …”  Risposta: non lo so. “ Muoia Sansone con …” Risposta: …tutti i suoi soldati. Cantami o diva…Risposta: non lo so. E non lo sa neppure al secondo passaggio (quando le opzioni sono solo due) perché  pelide proprio non gli dice proprio nulla. Ciò non  impedisce al concorrente omerofobo di vincere la puntata.   Un altro gioco chiede di legare una data parola ad un’altra da scegliere tra due.  Gulag:  atollo o arcipelago ? Scelta:  atollo. Povero Solzhenitsyn… L’ammiraglio Nelson è personaggio storico o di fantasia ? Di fantasia.   Lo indossa il papa nelle cerimonie (quattro opzioni). Il concorrente sceglie la feluca. Torniamo sulla geografia.  Qual è il lago più esteso d’Italia ?  Tra le solite quattro opzioni il  primo a rispondere  sceglie: Maggiore, il secondo Como, il terzo Bracciano. E siccome rimane solo il Garda, il quarto non può sbagliare.   Il numero dei capoluoghi italiani di regione. Pausa … poi la risposta: 150 !  Al confronto è veniale quest’altra perla. Siamo al duello finale, i concorrenti che si sfidano sono due. Strasburgo, sede del parlamento europeo, è in: Lussemburgo, no. Austria, no.  Germania, no.  Ovviamente la quarta e ultima possibilità è Francia. Al conduttore sfugge un paradossale “bravo” all’indirizzo del concorrente che – dopo aver cannato due volte -  a quel punto non poteva sbagliare neanche volendo. Personaggi dell’antica Roma o del medioevo.  Maometto. Risposta: antica Roma. Qualche settimana dopo la domanda torna leggermente modificata. Personaggi  prima o dopo Cristo.  Maometto : prima di Cristo.  Il partito fascista nacque nel 1891 con i fasci siciliani. Vero o falso?  Risposta: vero (Mussolini aveva 8 anni ed era l'eredità hitler-2romagnolo).  Su iniziativa di Pietro Badoglio la capitale viene trasferita a Salerno, in quale anno? Prima risposta: 1967. Seconda risposta: 1981.  A Sarzana 300 fascisti assaltano un reparto delle Forze armate: 1951 (terribili questi fascisti del ’51).  Dopo la caduta del muro di Berlino viene sciolto il Patto di Varsavia: 1970.  Aldo Moro partecipa a Tribuna elettorale: 1981 (brrr …).  Bolivia, in Asia o in America  ? In Asia.  Dopo il novilunio la luna è calante o crescente? Calante.  Le uova di coniglio sono un po’ più grandi di quelle di gallina. Vero o falso ? Vero!  Per la “befana fascista” il duce  si travestiva da befana. Vero o falso? Vero ! Da quale di questi (quattro) leader politici deriva il detto “ha da venì  baffone”. Prima risposta:  De Gasperi, seconda: Kennedy.  Infuria la guerra e il Nobel per la pace non viene assegnato. Risposta 1968.  Gabriele d’Annunzio riceve al Vittoriale il principe Umberto e Maria José. Risposta: 1980.  Ma questa le batte tutte. Hitler viene nominato cancelliere. Le quattro opzioni sono: 1933, 1948, 1964, 1979.  Sequenza delle risposte: 1948, 1964, 1979, la mano torna al primo concorrente, il quale, un po' stranito, non può che dire 1933.

Spesso le domande vertono sugli animali. Beccafico, pesce o uccello: pesce.  Balestruccio, pesce o uccello, pesce.  Altro gioco.  Si da il nome di  animali maschi, come si chiama la relativa femmina ? Montone. Risposta: montona (la on. Boldrini provvederà, ma per ora rimane la pecora).  Siamo all’ultima domanda del duello finale, quella che laurea il “campione”.  Quale classe di animali prende il nome dalla capacità di vivere in acqua e in terra:  uccelli, mammiferi anfibi o rettili? Risposta: rettili.  Evidentemente per il concorrente “anfibi” sono solo gli scarponi da soldato. Bella anche la seguente. Per verificare la salubrità dell’acqua, negli acquedotti di Roma quali pesci  sono immessi in apposite vasche: carpe, pesci rossi, ranocchie, trote. Tutti dovrebbero sapere che le trote vivono naturalmente in acque correnti e ossigenate. Tutti (persino il sindaco Marino) ma non i concorrenti, che  in sequenza rispondono: carpe (pesci di fondo), pesci rossi (pesci da vasca), ranocchie (anfibi da stagno). Quante zampe ha l’airone? Quattro. La gallinella d’acqua ? Quattro… no, sei. E la tracina? Quattro. Tanto per dire, questo zoologo sopraffino ha vinto la puntata.        

I verbi. Appare la prima persona  indicativo presente e il concorrente deve dire il verbo all’infinito. Io soglio, risposta: sogliare.  Come fa la prima persona passato remoto di “pungere” ? Io purgi. Superlativo di “superiore”: superiorissimo.

All’inizio ogni concorrente è sottoposto al gioco dell’abbinamento.  Esempio: scorrono 20 nomi di attrici, presentatrici, cantanti, starlettes varie di scarsissima o nessuna notorietà.  Il concorrente  deve dire di ciascuna se trattasi di bionda o bruna. Un emiliano distinto, di mezza età non ne sbaglia una e così raddoppia la dotazione iniziale in euro.  Poi tocca a una bella ragazza dall’aria sveglia. Deve cimentarsi collocando città italiane nella loro regione: Gorizia finisce in Liguria, Ancona e Agrigento in Veneto, Bologna nelle Marche,  Pescara…booh. Se della geografia  si fa strame, con la  storia – abbiamo visto – va anche peggio. La domanda  riguarda il nome del carcere di Silvio Pellico  e le opzioni sono quattro: Cameron, Scorsese, Spielberg, Hitchcock.  E’ un duello a due. Il primo dice Cameron, il secondo Hitchcock, tocca di nuovo al primo che ha il 50 per cento di indovinarla, ma dice Scorsese. Il secondo, ovviamente, a questo punto non può sbagliare. Però starà ancora chiedendosi chi cacchio fosse ‘sto Silvio Pellico e perché mai finì in un carcere intitolato a un famoso regista cinematografico. E un altro laureando, per non essere da meno, fa a pezzi il congiuntivo. Deve coniugare alla prima persona  congiuntivo presente il verbo  “cucire”. Risposte: che io cuoca, che io cuocia, che io cucisse…Bello anche il gioco dei numeri delle cose: “motociclette  possedute da Giulio Cesare”. Risposta  5. Chissà, forse in quelle Idi di marzo Cesare  fece l’errore di entrare in senato sgommando, da cui un diverbio e alfine il classico delitto del cacciavite.    Un concorrente anziano ma distinto  deve fare “la scalata” iniziale. Parola di 9 lettere che  inizia con P: “Lo è il Padrenostro”. Come? non capisco … “Lo è il Padrenostro”.  Risposta:  Dio. No, comincia con la lettera "P". Uhmm -... Pio ?   

Stacco per molti mesi. Torno a guardare una puntata ai primi di dicembre 2015.   Parola alla "campionessa" (che si riconfermerà vincendo pure 65.000 euro), quinto anno di medicina. E' alle prese col quesito degli anni.  Domanda: "la radio è un bene di lusso e conta 26mila abbonati. Tra le quattro opzioni sceglie  il  1968. Eh sì, Capanna sprangava e Rabagliati cantava. Vittorio Emanuele III inaugura il Lingotto di Torino: 1950. Eh sì, re Vittorio Emanuele, famoso presidente della Repubblica... E c'è pure l'inverso: con Regio Decreto un comune viene unito a Milano. Naturalmente tra le quattro opzioni c'è il 1923 ma la concorrente sceglie fermamente l'anno  1974 (Umberto II stava in esilio ma per costei continuava a fare il re  d'Italia, a sua insaputa). Mario Monti si dimette da Presidente del Consiglio: 1980!      Domanda della "scalata": Stato fondato da ex schiavi. Sette lettere e comincia con la elle. Risposta: Luther King. Ancora niente rispetto al laureato dottorando che deve collocare eventi prima o dopo la scoperta dell'America. Domanda:  "Mazzini fonda la Giovane Italia",  prima o dopo?  Risposta: prima! ...azzo, la Giovanissima Italia! Auguri dottore. L'ultimo re d'Italia ? E via a infilare Carlo Felice, Carlo Alberto, Vittorio Emanuele II...

Ma se devo  assegnare l' Oscar della pirlaggine scelgo un 36enne barbuto, due volte campione  (!). Domanda: agli albori della seconda guerra mondiale, gli inglesi inventano lo slogan "keep calm ...". Risposta da individuare tra quattro anni diversi. E lui sceglie il 1969. Vero genio.

Al confronto sarebbero da perdonare  quei tre che  a questa domanda: in quale regione si trovava Garibaldi quando pronunciò il famoso "obbedisco"? , tra le quattro opzioni scelsero nell'ordine: Sicilia, Campania, Piemonte. La quarta era ovviamente il Trentino e non saperlo vuol dire non sapere nulla della seconda guerra dell' indipendenza nazionale. E una volta non si sarebbe mai passato l'esame di terza media.  Che dire dei verbi?  Il conduttore dice una voce del verbo, il concorrente deve rispondere con l'infinito del medesimo verbo. Noi Fummo: fumare.       

Il 23 febbraio 2016 giuro che annoto l'ultima e poi basta.   Una tre volte "campionessa" si presenta da favorita all'ultima domanda. Se l'azzecca è di nuovo campionessa. "In Italia il presidente del consiglio è a capo di: Camera dei deputati - Senato della Repubblica - Governo - Magistratura".  Noooooooooo, troppo facile.  Qui c'è sotto l'imbroglio... Costei deve essere una super-raccomandata (e via con pensieri politicamente scorretti). Ma a raggelarmi ci pensa proprio lei, la campionessa, che sceglie : Magistratura!  E poi mi parlano di democrazia...che uno vale uno... No, se vota lei non voto io.

Ecco che subito mi smentisco per citare le ultime di tono altamente culturale.  Domanda: affescò la Cappella Sistina (comincia con la M, dodici lettere). Risposta: Macchiavelli. Domanda: nell'ultimo capitolo dei Promessi sposi, Alessandro Manzoni descrive il primo allunaggio. Vero o falso?  Risposta: vero! Eh già, poveretti Renzo e Lucia, dopo la peste e tante vessazioni un viaggio di nozze sulla luna se lo meritano...

Piacenza Nostra

" Vita professionale al Comune di Piacenza, vita politica locale sotto traccia, ma abbastanza tribolata. Più tranquilla quella di giornalista pubblicista (""pubblicista"" come fu Einaudi, si parva licet componere magis) collaboratore dei quotidiani Libertà, Il Giorno, La Voce, La Cronaca, oltre che di varie testate periodiche. Ho pubblicato anche una diecina di monografie per i miei 22 affezionati lettori (due meno di Manzoni e uno meno di Guareschi) su temi disparati ma sempre tenendo un sentiero ben tracciato: di tutto ciò che riguarda appieno, o di striscio, Piacenza Nostra. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento