Esse come sicurezza

Esse come sicurezza

Gomme da neve, catene a bordo e multe con lo sconto: ecco come e perché

Inizia l'inverno e le chiamate alla Polizia Stradale di Piacenza aumentano notevolmente per informazioni circa l'uso delle gomme "invernali" (pneumatici da neve) in quanto la disinformazione, più che l'informazione, purtroppo ha il sopravvento. Vogliamo quindi intervenire su due punti: uso delle gomme invernali e importo delle sanzioni ridotto del 30% quando pagate nei 5 giorni dalla data di notifica dell'infrazione stradale

Inizia l’inverno e le chiamate alla Polizia Stradale di Piacenza aumentano notevolmente per informazioni circa l’uso delle gomme “invernali” (pneumatici da neve) in quanto la disinformazione, più che l’informazione, purtroppo ha il sopravvento: infatti l’interesse legittimo sulla sicurezza e le regole hanno sempre suscitato interesse grazie al fatto che la cittadinanza piacentina è sempre stata attenta e ha sempre avuto un alto senso civico. Pertanto, noi del Siap, poliziotti sindacalisti, attraverso il sindacato, sempre pronti a tutelare gli interessi legittimi dei cittadini e la loro sicurezza (siamo anche noi cittadini) vogliamo con molta umiltà dire la nostra, ricordando che quello che diciamo lo affermiamo da sindacalisti e non rappresentiamo la Polizia di Stato come istituzione.

Vogliamo intervenire su due punti: uso delle gomme invernali e importo delle sanzioni ridotto del 30% quando pagate nei 5 giorni dalla data di notifica della infrazione stradale.

L’uso delle gomme invernali o di catene in quei tratti di strada dove vige l’obbligo in un periodo di tempo determinato e indicato dalle ordinanze delle autorità competenti, anche in caso di giornate con ottime condizioni meteorologiche, è obbligatorio. Pertanto in quei tratti di strada, ove vige l’obbligo, l’utente deve avere montate le gomme invernali almeno nelle ruote trainanti oppure deve avere le catene da neve a bordo. Nel sito della Polizia di Stato al link www.poliziadistato.it/articolo/21073/  viene testualmente riportato: Come ormai noto, l'art. 6 comma 4 lettera e) del Codice della strada, dopo le modifiche della Legge nr. 120 del 29 luglio 2010 ("Disposizioni in materia di sicurezza stradale"), ha introdotto la possibilità per gli enti proprietari o gestori della strada di disporre, mediante ordinanza, l'obbligo per i veicoli di munirsi od avere a bordo catene da neve (c.d. mezzi antisdrucciolevoli) o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio. Le ordinanze hanno lo scopo di permettere agli enti citati, ovvero al sindaco all'interno dei centri abitati, di poter disporre di uno strumento di regolamentazione cui far ricorso, per fluidificare la circolazione ed evitare blocchi, per un arco temporale predeterminato: esse sono valide, di conseguenza, anche quando non ci sono precipitazioni nevose in corso.
Le nuove disposizioni permettono poi agli organi di polizia stradale, cui compete la verifica dell'osservanza delle ordinanze lungo le tratte stradali e nei periodi indicati dalle prescrizioni, di controllare la presenza a bordo del veicolo delle catene da neve o la dotazione di pneumatici invernali e, in caso di mancanza, di applicare la sanzione pecuniaria prevista (da 80 a 318 euro). Ricordiamo che basta che anche un solo utente non si adegui alla prescrizione per compromettere, nel momento in cui si trovi ad avere difficoltà nella marcia, l'intero sistema della circolazione e provocare ripercussioni e disagi sul traffico che lo segue.

Riguardo invece al pagamento ridotto del 30% va evidenziato che la legge non ha avuto il giusto supporto pratico nell’attuazione e che ha ingolfato gli uffici di polizia che, con grande sacrificio, cercano di sopperire alle carenze create da chi fa la legge ma non supporta chi è preposto a servire il cittadino. Quindi è bene evidenziare che chi vuole pagare con lo sconto del 30% le sanzioni al Codice della strada, ciò deve avvenire entro 5 giorni dalla data di notifica dell’infrazione. Se effettuata tramite raccomandata postale, la data di notifica è quella in cui il postino consegna la raccomandata direttamente all’interessato. In caso di assenza dello stesso o di chi convive o abita con lui, la data è quella di avviso che il postino deposita nella cassetta della posta. Il pagamento deve avvenire, come detto, entro 5 giorni e vanno aggiunte le spese di notifica. Il pagamento, se effettuato in posta, deve avvenire con un bollettino semplice, e non con quello allegato, al conto corrente 161299 intestato - se il contesto è stato effettuato dalla Polstrada di Piacenza - alla Sezione Polizia stradale di Piacenza. Inoltre va indicata la causale riportando il numero di verbale.

Sicuri anche questa volta di aver contribuito all’informazione esatta, ringraziamo per l’attenzione e per la giusta e democratica visibilità data da parte de ilPiacenza.it 

Esse come sicurezza

La sicurezza, i problemi e le questioni legate al ruolo che oggi la Polizia di Stato riveste nel nostro territorio e in tutto il Paese, commentate e approfondite dal Siap di Piacenza. Interviene direttamente Sandro Chiaravalloti, segretario provinciale e regionale, e membro del direttivo nazionale

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Spiegatemi una cosa ,io che ho una 4x4 ad inserimento automatico sono obbligato ad avere le catene a bordo?No ..perché ,se devo averle, poi quando le monto le metto davanti o dietro??

      • Si,però,se le metto davanti poi le due ruote dietro slittano,cosa faccio?...metto 4 catene?

        • ma montare 4 ruote da neve, è così difficile?

          • Già fatto da tempo.

  • c'è un inesattezza, il codice della strada dice che per sostituire le catene con pneumatici invernali(M+S) è obbligatorio montare le gomme su tutti e 4 gli pneumatici, non solo su 2. Anche se i 2 sono le ruote motrici, Quindi per evitare le sanzioni è obbligatorio montare gli pneumatici invernali riconosciuti con la sigla M+S (altrimenti non son pneumatici invernali) su tutte e 4 le ruote e non solo su 2.

    • Avatar anonimo di Sandro
      Sandro

      che fai il gommista??? certo che è meglio montarle su tutte e quattro le ruote, come consigliato da tutti, ma la norma dice che: La Convenzione internazionale sulla segnaletica stradale, conclusa a Vienna nel 1968, in relazione al segnale di cui all'articolo 122, comma 8, del regolamento, dispone che il segnale D,9 "Obbligo di catene" indica che "i veicoli che circolano sulla strada all'inizio della quale esso è posto sono obbligati a circolare con catene per neve almeno sulle due ruote motrici". La nostra normativa, pero', non ha recepito questa prescrizione per cui, pur essendo ovvio e sensato che le catene devono essere montate sulle ruote motrici, non vi e' in tal senso alcun riferimento normativo diretto. Analogamente, per quanto riguarda i pneumatici invernali che sono stati dichiarati equivalenti alla catene da neve, il codice non prevede se questi debbano essere montati su uno o entrambi gli assi . L'unica prescrizione esistente riguarda l'uguaglianza dei pneumatici montati su uno stesso asse (paragrafo 3.2.2. dell'allegato al DM 30 marzo 1994) che devono essere uguali per: • Nome del fabbricante o marchio commerciale; • Designazione dimensionale; • Categoria di utilizzazione: - normale: pneumatico per uso normale su strada, - speciale: pneumatico per uso speciale, ad esempio per uso misto (su strada e fuoristrada) e per velocità limitata, - pneumatico da neve, - pneumatico di scorta provvisorio; • Struttura (diagonale, cinturato incrociato, radiale); • Categoria di velocità; • Indice di capacità di carico; • Sezione trasversale. del resto, se fosse così, un autotreno deve montarle in tutti gli assi con la gioia dei gommisti??? io so questo, se è sbagliato, indicami la norma grazie :-)

Torna su
IlPiacenza è in caricamento