Uccellacci e uccellini

Uccellacci e uccellini

Gaffe della Borgonzoni: «L’Emilia-Romagna confina con il Trentino»

Un’intervista alla radio provoca una gaffe della candidata del centrodestra alla Regione sui confini dell’Emilia-Romagna

Lucia Borgonzoni con Matteo Salvini nel Piacentino

L’Emilia-Romagna? Confina col Trentino. Lucia Borgonzoni finisce nel mirino di “Un giorno da Pecora”, su RadioRai. Durante la trasmissione, dove era ospite, Borgonzoni si è sottoposta ai quesiti dei conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari sui confini della regione che vorrebbe guidare (Stefano Bonaccini e alleanza con il Movimento 5 Stelle permettendo…).

Da dove partiamo? «Dal Veneto - dice Borgonzoni in radio - poi ci sono la Lombardia, la Toscana, la Liguria, le Marche. E il Trentino». Il Trentino Alto Adige? «Forse siamo andati troppo su...», ha ammesso ironica la candidata della Lega alla guida della Regione. Manca un'altra regione molto grande. «Il Piemonte». Benissimo: ne manca una sola, piccolina. «L'Umbria». No... Ah, giusto, è San Marino», ha concluso correttamente la senatrice.

La gaffe in geografia ha inevitabilmente scatenato la bagarre politica. «Borgonzoni non conosce i confini della Regione che vuole guidare», attacca il deputato del Pd Ubaldo Pagano. «Probabilmente è troppo impegnata - prosegue Pagano - a rilasciare interviste da settimane a tutte le tv, per sapere dove si trova il territorio che vuole governare. Questa è la serietà che la Lega propone per i cittadini? Distante anni luce dagli amministratori Pd come il presidente Bonaccini. È la stessa Borgonzoni che, nominata da Salvini sottosegretario alla Cultura nel precedente governo, si vantava di non leggere libri da tre anni».

Bonaccini, in tutto questo, gongola. Ma c’è un precedente che può portare bene alla candidata leghista. Giovanni Toti durante la campagna elettorale per la Liguria infilò Novi Ligure nella sua regione (la cittadina è nel piemontese), prima di vincere le Elezioni.

Uccellacci e uccellini

" Il racconto della politica piacentina. Le voci e i commenti. Un piccolo spazio all'ombra del Gotico dove raccontare e commentare liberamente il senso dei fatti, i rumori e le polemiche provenienti dal ""Palazzo"", le maschere, le vanità e le debolezze della politica locale. Un punto d’osservazione per fermarsi un attimo e smettere di rincorrere l’annuncio dell’ultimo minuto. Un angolo dove osservare la partitocrazia locale che si confronta e discute, con i suoi mal di pancia interni, le sue ambizioni, i suoi sogni, mentre intorno compaiono i segni del collasso di una delle tante province d'Italia colpite da una crisi economica e, anche, di rappresentanza della gente che la popola "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • la Borgonzoni si vantava di non leggere libri da tre anni, ma probabilmente barava, perché verosimilmente si direbbe che saranno trenta gli anni che di libri non ne legge

  • Perché leggere libri di fa intelligente??? Mah!

Torna su
IlPiacenza è in caricamento