Uccellacci e uccellini

Uccellacci e uccellini

“Totò” Levoni sui manifesti e Torre possibile ottavo candidato sindaco

Entra nel vivo la campagna elettorale per le Amministrative di Piacenza del prossimo 11 giugno. Stefano Torre prova a raccogliere in extremis le firme necessarie mentre Antonio Levoni “grida” «Votantonio»

il manifesto

Antonio Levoni, politico non proprio di primo pelo (ha militato in numerosi partiti di vari schieramenti), ha scelto la carta dell’ironia per pubblicizzare al meglio la propria candidatura nella lista civica di Patrizia Barbieri. Sui manifesti elettorali di Levoni non compare la classica foto del candidato consigliere, ma la faccia del più grande attore della commedia italiana: Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfiro-genito Gagliardi de Curtis di Bisanzio, in arte Totò. La scena ripresa nel manifesto è una delle più celebri, tratta dal film “Gli onorevoli”, in cui il protagonista Antonio La Trippa conia il famoso slogan «Votantonio» ripetuto allo sfinimento. Diversi piacentini hanno notato il curioso cartellone elettorale affisso in diverse zone della città. Al momento la palma della campagna elettorale più originale spetta a lui, ma all'orizzonte potrebbe profilarsi l'entrata in campo di un maestro dell'assurdo e della comicità. 

Stefano Torre, da pochi giorni, ha infatti rinunciato a candidarsi a sindaco di Bettola. Il candidato - nel 1994 eletto consigliere comunale con la Lega Nord - con il suo programma “pazzo”, ha lasciato perdere il suo comune d’origine in Valnure per provare a entrare nella corsa cittadina. Torre sta disperatamente cercando di ottenere il numero di firme necessarie per la presentazione della candidatura, dopo aver ottenuto la disponibilità di 21 candidati consiglieri, pronti a correre con lui. Al momento a Torre mancano un centinaio di sottoscrizioni. Per la raccolta delle firme c'è tempo fino a sabato 13 maggio: qualora riuscisse a presentare le firme, avremmo così nel capoluogo l'ottavo candidato a sindaco.

Uccellacci e uccellini

" Il racconto della politica piacentina. Le voci e i commenti. Un piccolo spazio all'ombra del Gotico dove raccontare e commentare liberamente il senso dei fatti, i rumori e le polemiche provenienti dal ""Palazzo"", le maschere, le vanità e le debolezze della politica locale. Un punto d’osservazione per fermarsi un attimo e smettere di rincorrere l’annuncio dell’ultimo minuto. Un angolo dove osservare la partitocrazia locale che si confronta e discute, con i suoi mal di pancia interni, le sue ambizioni, i suoi sogni, mentre intorno compaiono i segni del collasso di una delle tante province d'Italia colpite da una crisi economica e, anche, di rappresentanza della gente che la popola "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Non plus ultra
    Non plus ultra

    Siamo letteralmente alla farsa. Mi dispiace per la mancanza di umorismo, ma stavolta proprio non riesco a ridere.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento