Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Le parole che non servono più

Alla fin della fiera, il vecchio Kierkegaard ha sempre ragione, soprattutto quando dice: “Gli uomini hanno il dono della parola non per nascondere i pensieri, ma per nascondere il fatto che non li hanno”
Torna a Le parole che non servono più

Commenti (3)

  • E inculcare si usa ancora? Temo che la maliziosità moderna lo abbia reso inapplicabile. Sparirà anche cazzuola? Senz'altro dovrebbe sparire fallo: troppe eventualità di doppi sensi (è anche termine calcistico, nome di un comune e voce del verbo fare...) Insomma, bei dilemmi. E mi fermo qui.

    • Stavolta sono serio (addirittura sul triste): "gentiluomo" non si usa più. Si è perso il senso del valore di questo termine e (contemporaneamente? prima? dopo?) si sono pressochè estinti i destinatari.

  • Ciao , mi piace l'argomento che esponi. Mi pare però che molti dei termini da te elencati, come cinematografo, bordello, gettonare (nel senso di prezzolare), resuscitare (qualche politico stracotto), Jugoslavia (guerra tra etnie di corrente) si attaglino (altro termine desueto...) al parlamento italiano. Ciao!

Torna su
IlPiacenza è in caricamento