Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

«Che senso ha celebrare il 25 aprile? La festa della Repubblica è festa di tutti»

Se lo chiede la vicesindaco di Fiorenzuola Paola Pizzelli, rispondendo al presidente della locale sezione di Anpi, Danilo Frati, dopo una polemica scaturita in seguito nei giorni scorsi
Torna a «Che senso ha celebrare il 25 aprile? La festa della Repubblica è festa di tutti»

Commenti (5)

  • A proposito di "retorica ideologica che impedisce una seria riflessione sulla nostra storia" c'è da chiedersi come mai si parla sempre della Germania come male assoluto dimenticando che l'Italia (grazie a Mussolini) era alleata della stessa contribuendo non poco (specialmente dopo l'8 settembre 1943) alle nefandezze perpetrate dai nazisti. Si è sempre portato avanti il concetto di "italiani brava gente" ma la realtà era molto diversa. In Francia, al contrario che in Italia, è stata fatta una riflessione seria su Vichy. Cosa vorrebbe la Sig.ra Pizzelli che il 25 Aprile si festeggiasse la X MAS o la banda carità? Certo ci sono stati episodi oscuri ma dopo anni di guerra civile con quello che ne era derivato cosa ci si poteva aspettare? Che finisse tutto a tarallucci e vino?

  • che tristezza, signora Pizzelli... il 25 aprile non è una festa della sinistra o della destra, mi sembra molto, troppo riduttivo; il 25 aprile si festeggia LA LIBERAZIONE DEL NOSTRO GRANDE E MERAVIGLIOSO PAESE, la libertà di un intero popolo, formato in egual misura da persone sia di destra che di sinistra... durante la guerra sono morti tanti ITALIANI, di destra e di sinistra, e la nostra libertà attuale la dobbiamo a tutte quelle persone che sono morte inseguendo questo ideale... festeggiarli e render loro omaggio mi sembra un sacrosanto dovere...

    • Ma non è assolutamente così, e lo dimostrano i fatti di quest'ultima celebrazione, dove a Milano, sono stati vietate dal Sindaco e attaccate da antagonisti, le commemorazioni ai caduti della RSI al Campo 10 del cimitero di Milano e non una invasione dei festeggiamenti del 25 aprile, così come è stata esclusa la brigata ebraica dalla manifestazione, queste sono cose tristi cara Marzia e ancora più triste é chi non racconta i fatti storici come si sono realmente svolti, ma solo quello che gli fa comodo.

  • I fascisti continuano a cercare di cambiare la storia!

    • A me sembra invece che sia un'altra parte politica che fa da troppo tempo questo giochetto, cercando di nascondere ancora fatti ormai venuti alla luce.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento