«A Piacenza nessun caso di Coronavirus. Piacentini stiano tranquilli, a breve un numero dedicato all'emergenza»

Il direttore dell'Asl Luca Baldino e il primario del pronto soccorso Andrea Magnacavallo: «Se avete dubbi non uscite di casa e chiamate il vostro medico oppure il 118». Su whatsapp l'audio bufala della chiusura di una scuola

L'ingresso del pronto soccorso di Piacenza

«Per adesso non c'è alcun allarmismo giustificato per il Coronavirus, i piacentini possono stare tranquilli. In caso di dubbio si deve contattare il proprio medico oppure il 118 senza uscire di casa. Ma non recarsi al pronto soccorso». A cercare di tranquillizzare dalla psicosi che inevitabilmente si sta diffondendo in queste ore nel Piacentino è il direttore generale dell'Asl Luca Baldino che, insieme al primario del pronto soccorso Andrea Magnacavallo, nel pomeriggio del 21 febbraio ha fatto il punto della situazione nella gestione dell'emergenza Coronavirus, dopo il primo caso positivo che riguarda un 38enne di Codogno. E soprattutto ha invitato tutti alla calma. «La sanità pubblica sta andando a contattare tutti quelli che hanno avuto contatti con il contagiato. Il nostro ospedale di Piacenza - ha però ribadito - è pronto a gestire ogni situazione che si dovesse presentare».

DUE PERSONE IN ISOLAMENTO - «Siamo in attesa di avere a breve i risultati del tampone eseguito sulla collega del ragazzo lodigiano, e che attualmente si trova ricoverata per precauzione in isolamento nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Piacenza» spiega Baldino. L'azienda sanitaria in queste ore sta usando grande precauzione in una situazione che, per il momento, non deve destare preoccupazione visto che allo stato attuale non ci sono casi di contagio accertati a Piacenza. Siamo anche in attesa di avere i risultati del tampone sull'infermiere del triage dell'ospedale di Codogno, venuto in contatto con il 38enne, e che pur non manifestando sintomi sospetti si è posto in isolamento volontario nella sua abitazione di Piacenza.

CASO FIORENZUOLA - Confermata la negatività del manager della Mae di Fiorenzuola rientrato di recente dalla Cina, e uscito a cena con il 38enne risultato contagiato dal Coronavirus («questo ci fa comprendere che non è stato lui a procurare il contagio») Baldino conferma che per precauzione sono in corso gli accertamenti sui settanta dipendenti dell'azienda, in particolare su altri sei rientrati anche loro da viaggi all'estero.

NUMERO TELEFONICO DEDICATO - «A breve avvieremo un numero telefonico dedicato a questa emergenza, attivo 24 ore.Al momento stiamo lavorando in stretto contatto con il servizio sanitario regionale e non vi è alcun motivo di allarme».

AUDIO BUFALA SU WHATSAPP - Intanto da qualche ora sta girando su Whatsapp un file audio in cui viene detto che una scuola di bambini nella zona di viale Dante sarebbe stata chiusa a causa del contagio. Una segnalazione allarmistica che non ha trovato alcun riscontro con l'Asl di Piacenza, e che quindi è da ritenersi una fake news. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

baldino magnacavallo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • «Sto andando a medicare un mio amico perché è stato morso da uno squalo»: denunciato

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • Stop attività produttive non essenziali e assembramenti con più di due persone: nuova ordinanza antivirus a Piacenza

Torna su
IlPiacenza è in caricamento