«Agenti sempre più poveri, costretti a pagare l'affitto arretrato dell'alloggio in caserma»

Nota del sindacato di polizia penitenziaria Uspp: «Manca tutto e non viene garantito un regolare approvvigionamento dei magazzini vestiario»

(Repertorio)

«Costretti a pagare l’affitto della caserma, e come se non bastasse ora ci sono pure gli arretrati». La segnalazione.riguarda gli agenti in servizio al carcere delle Novate di Piacenza, e viene dal sindacato di categoria Uspp-Ugl. «In questi giorni - spiega Gennaro Narducci, segretario regionale - anche al personale di polizia penitenziaria della casa circondariale di Piacenza, come in tutti gli istituti penitenziari sparsi sul territorio nazionale, è giunto l’ennesimo provvedimento di pagamento, dopo che era stato appunto sospeso in virtù che chi abita all’interno della struttura penitenziaria non è mai libero dal servizio (in caso di necessità o di emergenza ha l’ obbligo di intervenire anche se è a riposo). Il costo medio si aggira sui 50/100 euro, mentre 750 euro è il costo medio degli arretrati riferito a un anno di alloggio. Oltretutto si tratta di strutture fatiscenti, rese vivibili soltanto con interventi pagati dagli agenti di tasca propria. Siamo ormai al paradosso, a maggior ragione di fronte a una emergenza conclamata sulle condizioni delle caserme e gli organici della polizia penitenziaria. Per non parlare dei ritardi nell’approvvigionamento del vestiario e dei rimborsi di missioni e straordinari accantonati mese per mese, pagati col contagocce. Mostrine, anfibi e divise: è tutto a carico del personale. Gli agenti devono pensare di propria tasca a tutto, pur di dare un certo decoro alla divisa di ordinanza. Manca tutto e non viene garantito un regolare approvvigionamento dei magazzini vestiario. Il dipartimento non può cambiare le carte in tavola: insieme ai nostri legali, stiamo studiando eventuale ricorso al Tar».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento