venerdì, 24 ottobre 19℃

Annalisa uccisa con più di 150 coltellate. Arrestata Monica

Notificata dai carabinieri in ospedale a Parma l'ordinanza di custodia cautelare per omicidio volontario aggravato. La 29enne è piantonata. L'autopsia sul cadavere della vittima ha fatto emergere più di 150 coltellate

Giampietro Bisaglia 26 luglio 2012
3

Monica Montagna è ufficialmente in stato di arresto. Poco fa i carabinieri del Nucleo investigativo di Piacenza e i colleghi della Compagnia di Bobbio le hanno notificato in ospedale a Parma, dove si trova ancora ricoverata per la caduta dalla finestra a Ferriere dopo il delitto, l'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale di Piacenza Gianandrea Bussi e richiesta in tempo record dal pm Ornella Chicca sulla base dei rilievi e delle testimonianze raccolte dagli investigatori dell'Arma. La 29enne è accusata dell'omicidio volontario aggravato di Annalisa Lombardi, e ora è piantonata nella sua stanza da polizia e carabinieri. Quando verrà dimessa dall'ospedale di Parma per lei, molto probabilmente, verrà disposta la custodia in carcere a Piacenza.

Entro cinque giorni si terrà l'interrogatorio di garanzia con il gip che deciderà per la custodia in carcere o agli arresti domiciliari oppure, in ipotesi, anche in una struttura giudiziaria-psichiatrica. Su questo avranno peso sicuramente le richieste che avanzerà il legale difensore della ragazza. Durante l'interrogatorio però Monica, se si sarà ripresa, potrebbe iniziare a fornire i primi chiarimenti sulla dinamica e sul movente dell'omicidio. Le condizioni di Monica Montagna sembrano in via di miglioramento, anche se per ora non ha ancora risposto alle prime domande degli inquirenti. Questa mattina intanto si è tenuta a Piacenza l'autopsia sul corpo della 29enne ed emerge un dato inquietante: le coltellate inferte alla vittima sarebbero più di 150.

Annuncio promozionale

Annalisa Lombardi
Ferriere
omicidi

3 Commenti

Feed
  • Avatar di Lavinia Rossi

    Lavinia Rossi Un omicidio di una persona gravemente disturbata, che ha lasciato esplodere un odio cieco e feroce verso l'amica del cuore: 30 o 40 coltellate sono già uno strazio e non credo a 160, come pubblicato su Libertà. Io provo dolore infinito per la povera vittima e per i suoi familiari, ma non per l'assassina, che meglio avrebbe fatto a suicidarsi. Ho una figlia adulta e NON riuscirei né a sopportare, né a perdonare tanta brutale efferatezza, gratuita ed insensata. Se tutti i depressi ed i malati agissero in tal modo, non so come potremmo mai più vivere nella società. Avere un'amica VERA e disponibile, su cui poter contare sempre è un DONO, un PRIVILEGIO rarissimo ed incommensurabile. Mi spiace, ma NON riesco a compiangere chi ha annientato il proprio RIFLESSO, realizzato e positivo, perché non riusciva a tollerarlo.

    il 28 luglio del 2012
  • Avatar di la bortellina

    la bortellina ho un dubbio amletico. i carabinieri che sono andati per primi a fare i rilievi dell'accaduto, come han fatto a confondere 30 coltellate (che sono già un botto) con 150 (che non sò neanche se ci sia lo spazio su un povero corpicino per darne così tante)?!? sempre più scioccato, basito e perplesso!!

    il 27 luglio del 2012
    • Avatar di Frankie

      Frankie un dubbio sensato. ma resta da capire perchè si sia accanita così tanto.

      il 27 luglio del 2012