Anziana stordita con lo spray e derubata di migliaia di euro

La vittima è una piacentina di 82 anni trovata sola in casa e che all'arrivo di polizia e vigili del fuoco ha accusato diversi problemi di respirazione. E' accaduto in via Beati. L'uomo si è spacciato per un tecnico dell'acqua

Immagine di repertorio

Ennesimo furto ai danni di persone anziane. Solo qualche giorno fa alla Veggioletta una donna era stata rapinata di soldi e di una collana d'oro dopo essere stata aggredita in casa sua con uno spray. Nel primo pomeriggio del 30 agosto questa volta in via Beati un altro colpo che ha fruttato ai malviventi qualche migliaio di euro e oggetti preziosi. La vittima è una piacentina di 82 anni trovata sola in casa e che all'arrivo di polizia e vigili del fuoco (che hanno effettuato alcuni accertamenti) ha accusato diversi problemi di respirazione, con ogni probabilità il truffatore ha spruzzato uno spray che però non sarebbe al peperoncino quanto più una sostanza stordente, pare. L'uomo si è spacciato come un tecnico dell'acqua: «Devo verificare i rubinetti che ha in casa, per farlo però deve prendere tutto quello che ha di prezioso e riporlo in frigorifero». La donna si è lasciata convincere e ha svuotato la cassaforte per poi mettere il tutto nel frigo. L'uomo ha poi aperto e chiuso alcuni rubinetti, ha fatto finta di eseguire alcune verifiche per infine farla andare al piano di sopra per prendere alcune cornici d'argento per precauzione e sempre per lo stesso motivo, quando la donna è tornata in cucina lui non c'era più: era scappato con il grosso bottino. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Investito da una fiammata, gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento