menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Anziano trovato morto in casa, il gemello accanto in gravi condizioni

Niviano, la vicina non li vedeva da una settimana e ha chiamato i carabinieri di Rivergaro. Entrambi 81enni, abitavano da soli. Fatale un malore improvviso, il fratello sarebbe caduto nel tentativo di aiutarlo ma senza potersi più rialzare

L'intervento dei soccorritori a Niviano

Dramma della solitudine alle porte di Niviano nel tardo pomeriggio del 9 gennaio. Il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri di Rivergaro sono intervenuti per soccorrere due anziani fratelli gemelli di 81 anni che vivevano insieme soli da tanto tempo in un’abitazione in località Mirabella. Uno di loro è stato trovato riverso sul pavimento, morto da almeno un giorno. Accanto a lui c’era il gemello, trovato di soccorritori in gravi condizioni. I carabinieri stanno ancora svolgendo accertamenti sull’accaduto, ma è quasi certo che l’uomo sia morto a causa di un malore che lo avrebbe colpito all’improvviso un paio di giorni fa mentre si trovava in casa con il fratello. Il quale, probabilmente nel tentativo di soccorrerlo e di aiutarlo, potrebbe essere a sua volta caduto a terra sul pavimento del salotto senza poi essere stato più in grado di rialzarsi. I vigili del fuoco, entrati insieme ai carabinieri della stazione di Rivergaro da una finestra, li hanno trovati entrambi uno accanto all’altro. Ancora poche ore e probabilmente anche l’altro anziano sarebbe morto. Invece è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Piacenza a bordo dell’ambulanza della Pubblica assistenza Sant’Agata, intervenuta insieme all’automedica del 118 di Piacenza. In stato confusionale e in preda a una grave difficoltà a respirare, non si troverebbe comunque in immediato pericolo di vita.

Tutto è accaduto intorno alle 19 quando una vicina di casa, insospettita per non aver più avuto notizie dei due uomini da circa una settimana, ha chiamato i carabinieri di Rivergaro e gli agenti della Polizia municipale della Valtrebbia. Sul posto anche il maresciallo Roberto Guasco che, insieme ai vigili del fuoco di Piacenza entrati nell’abitazione passando da una finestra, ha trovato i due uomini a terra nel salotto. L’intervento del 118 è stato rapido, ma per uno dei due non c’era più nulla da fare. L’altro invece dovrebbe salvarsi.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Incidenti stradali

      Incastrato nel furgone dopo il tamponamento, grave un uomo

    • Cronaca

      Entrano di notte e lavorano indisturbati per ore: fallisce colpo al Mercatone

    • Fiorenzuola

      Rissa a colpi di roncola e forca durante l'ora di italiano: sette profughi denunciati

    • Cronaca

      Rissa a colpi di chiave inglese nel parcheggio alla Galleana, due feriti all'ospedale

    Torna su