Arrestato mentre manomette un bancomat, manda un agente all'ospedale

Arresto con colluttazione in via Genova dove un romeno di 34 anni aveva manomesso il bancomat della Banca di Piacenza. La polizia lo stava tenendo d'occhio ma lui ha reagito ferendo un poliziotto alla gamba

Volante

Ha rotto una gamba a un poliziotto, ma quest’ultimo, nonostante fosse ferito è riuscito ad avvinghiarsi alle sue gambe e a farlo cadere. Nel frattempo è intervenuto un altro poliziotto che ha bloccato l’aggressore arrestandolo. E’ il bilancio di un pomeriggio di violenza, ieri 12 novembre, che ha visto un ispettore della polizia finire in ospedale in condizioni gravi: l’uomo è stato ricoverato e domani dovrebbe essere sottoposto a un intervento chirurgico. I medici hanno stilato una prognosi di 60 giorni, per la frattura di una tibia.

L’arrestato è un romeno di 34 anni, S.B., finito in carcere con le accuse di resistenza aggravata dalle lesioni, furto. Ora il suo arresto dovrà essere convalidato dal giudice per le indagini preliminari.

Un ladro violento quello che ieri pomeriggio voleva utilizzare il classico metodo della “forchetta” per rubare al bancomat di una banca in via Genova i soldi dei clienti. L’ispettore, in quel momento fuori servizio, lo ha notato e, dopo aver atteso che manomettesse uno sportello automatico, lo ha affrontato. Ma non senza fatica, visto che il ladro ha reagito con calci e pugni, fino ad arrivare a spezzare una tibia al poliziotto.

A notare il romeno, che è risultato avere numerosi precedenti penali, è stato l’ispettore, che lo ha riconosciuto mentre camminava in piazzale Genova intorno alle 20. La polizia infatti, che da tempo indagava su una serie di manomissioni di bancomat in città con la stessa tecnica, sospettava di lui già da tempo. Il poliziotto ha quindi chiamato alcuni colleghi in rinforzo, poi è stato seguito e tenuto d’occhio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Davanti al bancomat della Banca di Piacenza, lo straniero ha estratto una “forchetta” (una lamina di metallo con due denti per arraffare il denaro rimasto incastrato) che aveva piazzato all’interno della bocchetta di erogazione del denaro. Poi se ne è andato, per fare ritorno poco dopo quando due donne avevano cercato di prelevare 40 euro, ma le banconote erano rimaste incastrate all’interno. Quando il 34enne ha fatto per prendere i soldi dalla bocchetta, l’ispettore è intervenuto, poi la colluttazione l’arrivo degli altri poliziotti e le manette che sono scattate ai polsi del romeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • «Sto andando a medicare un mio amico perché è stato morso da uno squalo»: denunciato

  • Coronavirus, 33 morti a Piacenza in un giorno: è il record peggiore. Sono 314 dall'inizio dell'epidemia

  • Tamponi ed ecografia a domicilio per i sospetti Covid, quattro team medici da martedì casa per casa

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento