Asili nido, si aprono le iscrizioni: 338 posti disponibili in città

Sono 338 i posti disponibili nei nidi d’infanzia comunali e convenzionati della città, le cui iscrizioni si apriranno il 12 aprile 2010 e si concluderanno il 18 maggio. Tutti i dettagli e le informazioni

Sono 338 i posti disponibili nei nidi d’infanzia comunali e convenzionati della città, le cui iscrizioni si apriranno il 12 aprile e si concluderanno il 18 maggio. I nidi potranno accogliere 111 “lattanti”, 129 “piccoli”, 86 “grandi” e 12 che bambini che faranno richiesta del nido part-time. Sabato le strutture saranno aperte per agevolare l’orientamento delle famiglie in vista dell’iscrizione.

DOVE PRESENTARE LE DOMANDE - I genitori dei nati tra il 1 gennaio 2008 e il 18 maggio 2010 potranno presentare la domanda al QUIC, gli sportelli polifunzionali di viale Beverora (aperti lunedì, martedì e giovedì dalle 8,15 alle 17 con orario continuato; mercoledì e venerdì dale 8,15 alle 13,30; sabato dalle 8,15 alle 12,15 con numero di sportelli ridotto). Per i bambini già frequentanti non è richiesta una nuova domanda d’ammissione.

NUOVI CRITERI D’ACCESSO - Novità introdotta dall’amministrazione comunale è quella relativa al sistema d’accesso, modificato per favorire i nuclei familiari più numerosi. Sono infatti cambiati i parametri di valutazione della domanda che determinano il punteggio valido per la collocazione nella graduaoria d’ammissione, grazie all’introduzione di correttivi volti a migliorare gli indicatori che misurano il “carico famigliare” e la “condizione occupazionale” dei genitori.

CARICO FAMIGLIARE -  Il “carico famigliare” è stato appunto riformulato aumentando i punteggi legati all’età e al numero di figli presenti nel nucleo, allo scopo di agevolare le famiglie numerose nell’accesso al serviio e di sostenerle nei compiti di cura, anche in mancanza del requisito dell’occupazione di entrambi i genitori. La condizione occupazionale, invece, è stata ulteriormente indagata dal punti di vista del disagio lavorativo, immettendo nuovi indicatori riferiti all’orario di lavoro e rivalutando i punteggi assegnati nel caso dell’assenza prolungata da casa, per motivi professionali, di uno dei genitori.

PRESTO NUOVE SEZIONI - «Tali provvedimenti – spiega l’assessore comunale al Futuro, Giovanni Castagnetti, in foto insieme all'assessore comunale all'Innovazione Katia Tarasconi – sono finalizzati alla tutela della famiglia. Abbiamo inserito il criterio del carico famigliare poiché incide sull’occupazione: spesso infatti uno dei genitori non cerca lavoro per dedicarsi ai figli, che restano così al di fuori dalle graduatorie. In un momento di evoluzione demografica, inoltre, saranno pronte altre due strutture». La costruzione della quarta sezione al nido della Besurica e la riapertura di quello della Farnesiana permetteranno di sopperire alla crescita delle richieste (i bambini tra 0 e 2 anni sono 2.462 contro i 2.400 dello scorso anno).

ORARI D’APERTURA FLESSIBILI - Per il prossimo anno è prevista anche una rimodulazione degli orari di lavoro. Quattro strutture saranno ad orario continuato dalle 7,30 alle 18, mentre altri nidi offrinno un orario differenziato in modo da poter assecondare le più disparate esigenze delle famiglie.

Potrebbe interessarti

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Perché smettere di stirare? Vantaggi e consigli

  • Ricetta della sangria, consigli per un aperitivo estivo

I più letti della settimana

  • Migliaia di rotoballe divorate dalle fiamme nella notte, nel rogo muoiono anche alcuni bovini

  • Arrestata per omicidio a Ravenna, a Piacenza era già finita nei guai per stalking e resistenza

  • Cade da una scala, muore operaio

  • Omicidio in piadineria a Ravenna, la coppia è di Travo

  • Grave dopo la caduta dal secondo piano

  • Travolto in bici da un furgone, grave un bambino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento