Bettola, arrestato insospettabile bancario con addosso 24 grammi di cocaina

E' stato arrestato con addosso 24 grammi di cocaina e 1700 euro in contanti un insospettabile bancario di Bettola. Da diverso tempo era seguito dai carabinieri del capitano Papaleo che lo hanno fermato ed arrestato in piazza Colombo a Bettola

papaleo_droga_1E' stato bloccato dai carabinieri con 24 grammi di cocaina pura addosso e 1700 euro in contanti, e ora si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. B.S., insospettabile bancario piacentino incensurato di 32 anni, è sospettato dai carabinieri del Nucleo investigativo di essere il pusher di Bettola e dintorni.

L'ARRESTO - E’ stato fermato alcune sere fa dai militari in borghese a bordo della sua auto sportiva proprio in piazza Colombo a Bettola, e dopo qualche giorno in carcere alle Novate, il gip ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare ai domiciliari per motivi di famiglia.

A insospettire il capitano Rocco Papaleo e i suoi uomini, sono stati alcuni movimenti sospetti nella zona di Pontedellolio, in particolare vicino a certi locali notoriamente frequentati da giovani della zona noti per fare abitualmente uso di stupefacenti. I militari si son appostati con auto civetta per diverso tempo, notando che spesso questi tossicodipendenti erano in compagnia del bancario.

Hanno quindi pensato che quella frequentazione fosse da approfondire. E’ così che alcune sere fa è scattata la trappola. Papaleo e i suoi uomini hanno pedinato il 32enne, sicuri che avesse con sé della droga. Lo hanno seguito in auto, e quando hanno ritenuto che fosse arrivato il momento opportuno, lo hanno bloccato all’improvviso per controllare.

LA DROGA - Addosso, in una tasca, aveva cinque involucri di cocaina, tre dei quali contenevano la sostanza già suddivisa in altrettanti “sassi”. Si tratta di sostanza pura - hanno spiegato i carabinieri - ancora da tagliare. Nell’altra tasca c’erano invece 1700 euro quasi tutti in banconote da 50 e 100 euro. Il bettolese, che non aveva precedenti penali, si è subito giustificato affermando che era cocaina per uso personale, ma questo non lo ha salvato dall’arresto e dal carcere.

Dopo che il gip del tribunale di Piacenza ha convalidato il suo arresto, ha anche disposto la custodia cautelare. Inizialmente ancora alle Novate, dopo qualche giorno il 32enne ha potuto beneficiare degli arresti domiciliari per motivi di famiglia.

droga_65

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Dino De Simone non si trova, le ricerche proseguono senza sosta

  • Tre maestre arrestate per maltrattamenti sui bambini all'asilo

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • Falciato sulle strisce da un'auto pirata, grave un uomo

  • Quattro feriti nel frontale sulla Provinciale: auto a canale e pick-up ribaltato

Torna su
IlPiacenza è in caricamento