Bidella arrestata per aver rapinato una collega a scuola

Movimentato episodio al Romagnosi dove è intervenuta la polizia: in carcere una 59enne accusata di rapina impropria e lesioni nei confronti di una collega alla quale avrebbe rubato un borsello

(Repertorio)

Una bidella di 59 anni piacentina è stata arrestata con l’accusa di rapina impropria dai poliziotti delle volanti nel primo pomeriggio del 15 gennaio all’interno dell’istituto Romagnosi. La donna, pregiudicata per reati analoghi, ora si trova in carcere alle Novate. 

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti  che hanno ascoltato i testimoni, colleghi delle due donne, la vittima, una marocchina di 58 anni, si era dimenticata il borsello con il cellulare e qualche decina di euro in un’aula che aveva finito di 
pulire qualche minuto prima. Tornando indietro per recuperarlo, ha incrociato la piacentina con in mano un sacco di plastica nero. Alla richiesta di mostrarne il contenuto, la piacentina ha accelerato il passo e una volta raggiunta dalla collega ha reagito in maniera violenta: davanti ad altri colleghi l’ha aggredita strattonandola fino a procurarle alcuni traumi (giudicati guaribili in 15 giorni dopo la successiva visita al pronto soccorso). Nel parapiglia, nel sacco nero è stato trovato il borsello, come aveva sospettato la vittima. La donna, al termine degli accertamenti e su disposizione del pm Antonio Colonna, è stata arrestata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga: «Scaffali vuoti vengono subito riempiti: abbiamo scorte, pronti a ogni evenienza»

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Coronavirus, l'Inps sospende i servizi e le visite

  • Sei nuovi contagi a Piacenza: tra loro due medici e un infermiere del Polichirurgico

Torna su
IlPiacenza è in caricamento