Inseguiti dopo il tentativo di furto cercano di speronare i metronotte e abbandonano l'auto rubata sull'argine

E' accaduto nella notte del 18 aprile in zona Caorsana dove i ladri sono stati intercettati dopo aver tentato di entrare nella sede dei Bilanciai associati: sono fuggiti a folle velocità a bordo di un'auto rubata, braccati da polizia, carabinieri e metronotte

Il luogo del furto e l'auto abbandonata

Ancora un'azienda piacentina nel mirino dei ladri. E' accaduto nella notte del 18 aprile nella zona della Caorsana, dove i ladri hanno tentato di introdursi nella sede di Bilancia Associati in viale dell'Industria. Qui, poco dopo le due, i ladri hanno cercato di manomettere il sistema d'allarme per entrare collegato a Metronotte Piacenza, ma non hanno fatto in tempo a prendere nulla e sono fuggiti a mani vuote a bordo di una Bmw rubata a Brescia. Ne è nato un inseguimento con una pattuglia dell'istituto di vigilanza: hanno prima cercato di speronare la guardia, per poi scappare sull'argine nel tratto che va da Mortizza a Roncaglia. Nel frattempo anche le volanti della polizia e i carabinieri del Norm si sono portate in zona cercando di chiudere tutte le vie di fuga ai malviventi: probabilmente quando i ladri hanno capito che per loro non c'era più via di fuga, hanno abbandonato l'auto in una strada bianca che porta in riva al fiume Po e sono scappati a piedi tra la boscaglia e l'erba alta, facendo perdere le proprie tracce al buio. Sul luogo del furto sono arrivati anche gli agenti della polizia scientifica per documentare l'intrusione e per avviare le indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • «Dacci i soldi per tornare nel nostro Paese», parroco strattonato e rapinato in canonica

Torna su
IlPiacenza è in caricamento