Prostituzione, cambia il regolamento comunale: multati solo i clienti

Ok in Giunta a una modifica del regolamento di polizia urbana: la multa da 500 euro coinvolge solo i clienti. Dosi: «Le prostitute sono soggetti deboli e vittime»

La Giunta comunale ha modificato il regolamento di polizia urbana in tema di prostituzione. D’ora in poi non verranno più sanzionate le prostitute: la multa da 500 euro coinvolgerà solamente il cliente.

Per quali ragioni la Giunta ha corretto la materia, in passato oggetto di un’ordinanza voluta dall’ex sindaco Reggi? «Un po’ perché tanto le prostitute non sono in grado di poter pagare le sanzioni – spiega il sindaco di Piacenza Paolo Dosi -, ma soprattutto perché non vogliamo perseguire e accanirci su soggetti così deboli, spesso vittime di sfruttamento da parte di altri. Meglio inserire queste donne in percorsi di reinserimento nella società favoriti dal progetto “Oltre la strada”, che si occupa da anni di aiutare le tante ragazze presenti sulle strade piacentine». Qualora, nel perimetro del comune di Piacenza, venisse accertata una prestazione a pagamento, il Comune presenterebbe alla prostituta la possibilità di entrare in un percorso di aiuto. «Non possiamo imporre a loro niente, però ci proviamo».

«Riteniamo – prosegue Dosi nel commentare la modifica che ha ottenuto l’ok della Giunta e che verrà poi vagliata dal consiglio comunale – che sia più giusto colpire il cliente: le sanzioni vanno tutte al progetto “Oltre la Strada”, che supporta queste giovani». Nelle ultime settimane il fenomeno pare stia arrivando anche in centro città. «Ci sono campagne e controlli da parte di polizia di stato e locale, però lo sappiamo quale è il problema: la legge ha dei limiti, è difficile contrastare il fenomeno. Non si possono prendere provvedimenti quando vediamo “passeggiare” una giovane donna o mentre la vediamo discutere con un potenziale cliente. Ci vuole la flagranza: è il limite della normativa». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Giordania, ingegnere piacentino muore colpito da alcuni massi a Petra

  • «A Piacenza nessun caso di Coronavirus. Piacentini stiano tranquilli, a breve un numero dedicato all'emergenza»

  • Coronavirus, un contagiato in Lombardia ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, negativo ai test il manager di Fiorenzuola. Sospetto caso per una donna, infermiere in isolamento

Torna su
IlPiacenza è in caricamento