Carabiniere morto durante l'inseguimento: in Appello confermata la pena di due anni e sei mesi

La Corte di appello ha confermato la condanna per camionista moldavo che aveva parcheggiato il tir, al Polo logistico di Castelsangiovanni, contro cui si schiantò una gazzella dei carabinieri nel 2014. Nel tragico incidente morì Luca Di Pietra mentre il collega Massimo Banci rimase ferito in maniera gravissima

L'auto dei carabinieri e Luca Di Pietra

La Corte di appello ha confermato la condanna per camionista moldavo che aveva parcheggiato il tir, al Polo logistico di Castelsangiovanni, contro cui si schiantò una gazzella dei carabinieri. Nell’impatto perse la vita l’appuntato Luca Di Pietra e rimase gravemente ferito il collega Massimo Banci. A Bologna, i giudici di secondo grado non hanno quindi modificato nulla della sentenza emessa nel novembre del 2017 dal giudice Italo Ghitti, che aveva condannato il moldavo Sara Novakov a due anni e sei mesi per omicidio colposo e lesioni colpose. Al camionista, sempre in Appello, non è stata sospesa la patente. Il camionista è difeso dall’avvocato Marco Malvicini, mentre l’avvocato Carlo Alberto Caruso ha curato la costituzione di parte civile di Banco. Le altre parti sono già state risarcite e non hanno preso parte al processo di Appello: la moglie di Di Pietra, costituitasi per i due figli, i genitori e i parenti dell’appuntato deceduto. Il tragico scontro avvenne nel settembre del 2014. L’auto del Radiomobile di Piacenza stava inseguendo ad alta velocità una vettura con alcuni malviventi in fuga. Nella zona della logistica, purtroppo, i carabinieri si trovarono davanti all’improvviso quel Tir parcheggiato in modo non regolare lungo la strada. Nonostante il tentativo di evitarlo, la Gazzella finì contro il mezzo pesante. Secondo la difesa, le perizie sono contraddittorie e non c’è alcun nesso di causalità tra lo scontro e la posizione del camion. La velocità dell’auto dei carabinieri, ha sostenuto Malvicini davanti ai giudici, è stata la causa principale tanto che una perizia di parte aveva sostenuto che la vettura si sarebbe schiantata ugualmente contro un muretto, anche se non ci fosse stato parcheggiato il Tir.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento