Carcere delle Novate, nella sezione femminile aggredita un’agente

Ennesimo episodio di aggressione ai danni della polizia penitenziaria che opera nel carcere: una detenuta in regime di 416 bis ha colpito un’agente: per lei 15 giorni di prognosi

Ancora un agente di Polizia Penitenziaria aggredito all'interno della sezione di alta sicurezza del carcere delle Novate di Piacenza. In questo caso ne ha pagato le conseguenze una agente della sezione femminile, colpita da una detenuta appartenente al regime 416 bis (reati di stampo mafioso) del carcere piacentino. La detenuta ha mandato in ospedale una giovane agente. Il sindacato Ugl incalza sulle condizioni di lavoro degli agenti. «I detenuti ormai quotidianamente si rifiutano di seguire le regole dell’ordinamento penitenziario. Ormai è un bollettino di guerra: gli agenti aggrediti sono troppi - spiega il segretario regionale Gennaro Narducci -». Il sindacato vuole fare sentire la sua solidarietà alla collega ferita «che ha subito questa vigliacca aggressione. A lei la nostra solidarietà. È ora che la direzione e il comando prendano seri provvedimenti nei confronti di questa detenuta applicando le giuste sanzioni disciplinari previste dall’ordinamento penitenziario». Per l’agente ferita quindici giorni di prognosi.

Fp Cgil polizia penitenziaria: "Solidarietà alla collega. Situazione insostenibile"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FP Cgil polizia penitenziaria: solidarietà all'agente della penitenziaria che nella giornata di oggi, sabato 2 giugno, è stata aggredita alla casa circondariale di Piacenza da una detenuta. L'agente è stata costretta a ricorrere alle cure del Pronto soccorso per le lesioni riportate.  "Ogni giorno è un bollettino di guerra negli istituti - afferma, in una nota, Santo Guercio della Fp Cgil di Piacenza - poiché numerosi sono le aggressioni che i Poliziotti penitenziari subiscono nell'espletamento del mandato istituzionale. Auspichiamo che il nuovo ministro On. Alfonso Buonafede possa aprire un tavolo di confronto con le OO.SS per far fronte ad una situazione divenuta insostenibile".  Tra i problemi denunciati più volte, il mancato pagamento degli straordinari è uno dei più sentiti. "E' vero - conferma Guercio - ai poliziotti non vengono più pagati gli straordinari. Si lavora di più, e lo si fa in condizioni pessime, e in questo contesto non si è nemmeno pagati a fine mese. Attualmente, il monte-ore di straordinario non pagato viene accantonato in attesa di nuove risorse. La Cgil ha messo in campo la campagna "dentro a metà" a livello nazionale per evidenziare la criticità del lavoro del poliziotto penitenziario. Criticità che anche a Piacenza pesano" conclude Santo Guercio della Fp Cgil di Piacenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento