Castelvetro, non risponde al citofono: trovata morta in casa

La polizia locale sul posto

Un altro dramma della solitudine nella nostra Provincia. Questa volta è accaduto in un cascinale alle porte di Castelvetro dove risiedeva una 89enne trovata senza vita nel primo pomeriggio di giovedì 6 giugno. A fare l’amara scoperta sono stati gli assistenti sociali e gli agenti della polizia locale della Bassa ai comandi di Massimo Misseri. Il personale assistenziale del Comune si era recato, come ogni giorno, a consegnare il pasto alla signora. Hanno citofonato e bussato alla porta più volte e vedendo che non rispondeva hanno chiesto l’intervento della polizia dell’unione. Un volta riusciti ad entrare nell’abitazione l’hanno trovata a terra, purtroppo senza più segni di vita. Invano hanno tentato di rianimarla in attesa dei soccorsi del 118 giunti da Monticelli, Roveleto e Cremona ma il suo cuore aveva già cessato di battere alcune ore prima. Il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ma quale gigante buono? Quale raptus? Basta superficialità sui femminicidi»

  • La sorella di Elisa scrive a Massimo Sebastiani: «Piangi? Ormai sei il mio incubo»

  • Muore a 22 anni dopo lo schianto contro un terrapieno, trovata dopo diverse ore

  • Massimo scrive di una busta misteriosa: un affare li avrebbe potuti dividere e lui l'ha uccisa?

  • «Salvini con il rosario in mano? A Cortemaggiore si è anche inginocchiato in chiesa, magari facessero tutti così»

  • «Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento