Chiuse le indagini sull’omicidio della 90enne ammazzata a Castelsangiovanni

Il sostituto procuratore Pisante ha notificato la conclusione dell’istruttoria. Principale accusata, e indagata per omicidio volontario, è la figlia di 48 anni. La difesa ha venti giorni di tempo per depositare memorie o chiedere l’interrogatorio

I carabinieri sulla scena del delitto a Castello

La procura ha chiuso le indagini relative all’omicidio di Giuliana Boccenti, la 90 uccisa nella propria abitazione a Castelsangiovanni il 4 febbraio scorso. Principale sospettato è la figlia Maria Cristina Filippini, 48 anni, che aveva confessato ai carabinieri di essere stata lei a soffocare la madre nella casa di via Mameli. Il pubblico ministero Emilio Pisante ha chiuso la fase istruttoria. Ora, la difesa dell’indagata per omicidio volontario aggravato ha venti giorni di tempo per preparare un eventuale memoria o chiedere che l’accusata venga interrogata. Passato questo tempo, ci sarà la richiesta di rinvio a giudizio.

Alla fine di giugno era giunto un importante tassello che accendeva ancora di più i riflettori sulla figlia: sotto le unghie dell’anziana erano state trovate tracce di materiale biologico. Il Dna di questa sostanza è stato analizzato dai carabinieri del Ris e dell’Istituto di Medicina legale di Pavia ed è risultato compatibile - con un’altissima percentuale - con quello della figlia. E fin dai primi momenti, nella casa le uniche impronte rinvenute erano state quelle della figlia.

Boccenti era stata trovata morta, dalla badante, nella sua camera da letto il 4 febbraio. Le indagini coordinate dal sostituto procuratore Emilio Pisante e condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo, guidati dal capitano Rocco Papaleo, si erano indirizzate subito verso l’ambiente familiare. Dopo quattro giorni la donna era crollaa, ammettendo di essere stata lei a uccidere l’anziana madre premendole un fazzoletto sul volto fino a soffocarla. Alla base del delitto, secondo le indagini, il denaro ricercato in modo famelico dalla 48enne rimasta invischiata nella rete dei terribili videopoker, creandole una ossessione che le avrebbero fatto perdere il controllo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento