giovedì, 23 ottobre 11℃

Clonavano i bancomat alle colonnine self service, denunciati

Due fratelli romeni specializzati nella clonazione dei bancomat sono stati individuati dalla polizia. Sono sospettati di aver clonato migliaia di bancomat intascandosi qualcosa come un milione di euro in un anno

Redazione 2 agosto 2012
8

Due romeni specializzati nella clonazione dei bancomat sono stati individuati e denunciati dalla squadra mobile di Piacenza. Si tratta di due fratelli di 25 e 27 anni sospettati di aver clonato migliaia di bancomat, intascandosi qualcosa come un milione di euro in un anno di "lavoro". La loro specialità non sono però gli sportelli automatici della banche, ma i dispositivi delle colonnine self service delle aree di servizio. I due stranieri infatti erano in possesso di un'apparecchiatura che veniva installata dietro al pannello, e che era quindi praticamente invisibile per chiunque. I due romeni sono attualmente irreperibili. Non è escluso che prossimamente venga emessa a loro carico un'ordinanza di custodia cautelare. 

Le indagini della squadra mobile di Piacenza, coordinate dalla direzione distrettuale antimafia di Bologna (competente per questo tipo di reati) si sono incrociate con quelle dei colleghi della questura di Pisa, dove è stato sequestrato l'apparecchio elettronico utilizzato per clonare i bancomat. Si tratta di un piccolo congegno che i due romeni installavano di notte all'interno della colonnina self service di un'area di servizio e che, una volta acceso, spediva via bluetooth ai due ladri appostati in auto nelle vicinanze i dati dei bancomat degli ignari clienti che poi venivano utilizzate per effettuare prelievi agli sportelli automatici  con le carte clonate.

Annuncio promozionale

Qualche mese fa i due romeni hanno fatto lo stesso giochetto in un distributore di benzina nella zona di Sant'Antonio, ma il titolare, guardando per caso i filmati delle telecamere, se ne era accorto e aveva avvertito la questura di viale Malta, permettendo alla squadra mobile di Piacenza di iniziare le indagini. Gli accertamenti hanno permesso di seguire anche gli spostamenti dei due ladri, che successivamente hanno ripiegato nella zona di Pisa, lasciando lungo il loro percorso una lunga scia di bancomat clonati. Alla fine però sono stati identificati e denunciati, anche se nel frattempo hanno pensato bene di sparire dalla circolazione.

Veggioletta
clonazioni
truffe informatiche

8 Commenti

Feed
  • Avatar di Piri

    Piri RU-ME-NI...RU-ME-NI RU-ME-NI!!!!! forsa tutti in Itaglia ...il vostro albero della cuccagna!!!!...

    il 3 agosto del 2012
  • Avatar di lorenzo

    lorenzo io li metteri in mano ai derubati... altro che carcere... fateci vedere la faccia di sti due!!!

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Andrea

    Andrea "Alla fine però sono stati identificati e denunciati, anche se nel frattempo hanno pensato bene di sparire dalla circolazione." Ormai non so più se ridere o piangere...

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di R Ugo Laborsa

    R Ugo Laborsa Ceausescu Santo Subito... lui si che andava clonato e mantenuto al suo posto nei secoli dei secoli.. amen

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Charles Bronson

    Charles Bronson Una bella impresa familiare. Certo che con quella denuncia se la saranno fatta nei pantaloni. Laudato sia Ceausescu

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Pinco

    Pinco Mi ricordo quando esisteva la la cortina di ferro e si ineggiava alla libertà di espatrio per quelli dell'Est. Eccoceli serviti.

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Andrea

    Andrea grande idea quella di ammettere nell'unione europea questi "paesi"....ma poverini....è un problema di integrazione...sò ragazzi!!

    il 2 agosto del 2012
  • Avatar di Luca Luca

    Luca Luca No dai guarda caso, due romeni! Dove c'è rumeno c'è clonazione...

    il 2 agosto del 2012