Conca di Isola Serafini, 500mila euro dalla Regione per completare la viabilità dell’area

I fondi serviranno anche a finanziare attracchi turistici e scivoli per le imbarcazioni. L’assessore Gazzolo e il sindaco Distante: “Si conferma l’impegno condiviso per valorizzare al massimo le potenzialità del Grande Fiume"

Da sinistra Ivano Galvani di Aipo, l'assessore regionale Paola Gazzolo, il sindaco e l'assessore all'Ambiente del Comune di Monticelli D'Ongina Gimmi Distante e Daniele Migliorati

A un giorno dall’inaugurazione della nuova Conca di Isola Serafini (in programma venerdì 23 marzo alle 14.30), la più importante opera di ingegneria idraulica del suo genere mai realizzata in Italia che consentirà la libera navigazione nel Po tra l’Adriatico e Piacenza, la Regione annuncia un ulteriore investimento di 500 mila euro per completare alcuni interventi di viabilità dell’area nel Comune di Monticelli d’Ongina.

Nelle prossime settimane aprirà infatti il cantiere per l’adeguamento della viabilità che corre lungo l’argine del Po da Isola Serafini a San Nazzaro, in comune di Monticelli. I lavori saranno chiusi entro l’autunno e permetteranno il transito anche al traffico pesante. L’arrivo delle nuove risorse è stato comunicato oggi dall’assessore regionale alla Difesa del suolo, Paola Gazzolo, nel corso di un incontro con il sindaco Gimmi Distante e l’ingegner Ivano Galvani di Aipo (Agenzia interregionale per il fiume Po) che seguirà la realizzazione dell’intervento.

«Le opere sono possibili grazie ad uno stanziamento di 500 mila euro aggiuntivi che sarà messo a disposizione dall’assessorato ai trasporti della Regione- afferma Gazzolo-: permetteranno anche di realizzare gli scivoli per la messa in acqua delle imbarcazioni a monte e a valle della Conca di Isola Serafini e gli attracchi turistici. Si tratta di un passo avanti determinante nella strategia complessiva di valorizzazione del Grande Fiume e di sviluppo della sua vocazione turistica». La nuova Conca è un’infrastruttura strategica per la navigazione interna non solo nel nord Italia, ma nell’intero contesto europeo: lo dimostra il cofinanziamento di circa 7 milioni destinato dalla Commissione europea. «L’incontro di oggi ha permesso di confermare l’impegno condiviso di Regione e Comune per promuovere al massimo le potenzialità del Po, una risorsa preziosa per la crescita del territorio e dell’economia», chiudono Gazzolo e Distante. «È con questa convinzione che domani, insieme, parteciperemo al taglio del nastro della Conca».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "L'incubo è finito", Dino De Simone è stato ritrovato: sta bene

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Travolto e ucciso in bici mentre tornava dal lavoro nei campi

  • «Sono fuggito dopo aver investito quell'uomo». Si costituisce il pirata di Vigolzone

  • Travolto da un'auto mentre va al lavoro, grave un uomo

  • Schianto fra tre auto, due donne ferite: una è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento