«Da Napoli a Piacenza per rapinare il Bingo», due arresti nel blitz

La squadra mobile di Piacenza e il reparto prevenzione crimine di Reggio Emilia hanno arrestato due napoletani in un blitz che ha coinvolto 30 poliziotti. Erano in città da lunedì e si apprestavano a rapinare il Bingo di Borgotrebbia

Il capo della squadra mobile Salvatore Blasco e il questore Salvatore Arena

Fermati prima che potessero rapinare il Bingo di Borgotrebbia. La squadra mobile di Piacenza e il reparto prevenzione crimine di Reggio Emilia li hanno arrestati in un blitz che ha coinvolto 30 poliziotti poco dopo le 13 dell'8 febbraio all'uscita dal McDonald sulla Pavese.  In manette sono finiti due campani di 21 e 39 anni arrivati nella nostra città lunedì scorso. I due sono stati ospitati in un appartamento a Borgotrebbia, vicino al Bingo e intestato a un campano di 30 anni titolare in città di due pizzerie. Il blitz della mobile guidata dal dirigente Salvatore Blasco è scattato quando si è avuta la certezza che i due avrebbero rapinato il locale entro poche ore, fanno sapere dalla questura. 

Nell'appartamento che i due utilizzavano sono state trovate due pistole giocattolo, una modificata per sparare, una mazza di legno, guanti, una placchetta simile a quella in uso alle forze dell'ordine, cutter e telefoni cellulari. Entrambi sono alle Novate. Il 21enne con l'accusa di evasione (a Napoli scontava una condanna per droga) e possesso di documento falso (addosso aveva una carta di identità contraffatta), mentre il 39enne è accusato di favoreggiamento personale e possesso di arma alterata. Nei guai anche gli amici che gli avevano messo a disposizione l'appartamento: il 30enne e la ragazza con lui, una 26enne. Sono stati denunciati per favoreggiamento personale. L'operazione è nata da un proficuo scambio di informazioni tra le questure e da un attento e costante controllo del territorio. Gli inquirenti quando hanno capito che i due erano a Piacenza non hanno mai smesso di pedinarli 24 ore al giorno fino al blitz dell'8 febbraio. «Si tratta di un'importante attività svolta in maniera scrupolosa dai miei uomini. Siamo riusciti a impedire una rapina: è un grosso risultato», ha commentato il questore Salvatore Arena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzino finisce in Po, un passante si butta e lo salva appena in tempo

  • «Il mito della Lancia Delta non passerà mai di moda»

  • Ricoverato uomo affetto da meningococco , l'Asl: «Per chi è entrato in contatto serve la profilassi»

  • Schianto sulla strada della Mottaziana, gravi due giovani

  • Nella notte fatti saltare due bancomat in pochi minuti, commando in fuga

  • «Su Tik Tok combatto il bullismo: la vita è più importante di chi ci odia perché diversi»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento