Decine di furti in Valtidone, Valdarda e Valnure: 24 anni di carcere in tre

Tre albanesi sono stati condannati per decine di colpi messi a segno nella nostra provincia, e in quelle di Pavia e Cuneo, nel 2017. Per tutti l’accusa era di associazione per delinquere finalizzata al furto e alla rapina

Immagine di repertorio

In tre hanno collezionato oltre 24 anni di carcere per furti e rapine. Tre albanesi sono stati condannati per decine di colpi messi a segno nella nostra provincia, e in quelle di Pavia e Cuneo, nel 2017. Per tutti l’accusa era di associazione per delinquere finalizzata al furto e alla rapina. Decine le abitazioni e i negozi saccheggiati - ma in tanti casi, i tre sono stati messi in fuga dai proprietari o non sono riusciti a forzare le inferriate - facendo razzia di denaro, orologi, gioielli altri beni di valore, senza disdegnare anche il cibo. I tre hanno scelto il rito abbreviato (cioè ottenendo lo sconto di un terzo della pena), davanti al giudice per l’udienza preliminare, Luca Milani, e al pm Antonio Colonna. Dardan Nikolli, 31 anni, difeso dall’avvocato Franco Capuzzo (Foro di Padova) è stato condannato a 8 anni 1 mese e 10 giorni; Federik Shtjefeni, 36enne, difeso dall’avvocato Elena Concarotti, 8 anni e 5 mesi; Altin Doda, 34 anni, assistito dall’avvocato Mauro Pontini, 8 anni e 3 mesi. Doda si trova agli arresti domiciliari, mentre gli altri due sono in carcere: Shtjefeni a Piacenza e Nikolli a Rovigo. I difensori stanno valutando il ricorso in Appello, dopo aver letto le motivazioni della condanna.

Nella sola provincia di Piacenza, soprattutto fra maggio e giugno del 2017, il terzetto avrebbe messo a segno una cinquantina di furti. In più occasioni, nel Pavese entravano nelle case di notte, con il volto travisato e modi duri, minacciando le persone, spesso anziani che vivevano momenti di terrore, di non parlare né chiamare aiuto. Un caso del genere è accaduto anche a Castellarquato: i tre sono entrati in casa di una 60enne, rapinandola di gioielli, un orologio, caricando il bottino su un passeggino. La donna li aveva incontrati rincasando e loro l’avevano raggelata: «Non chiamare i carabinieri altrimenti torno indietro». A Vigolzone, erano stati colti sul fatto da alcuni vicini della casa che stavano saccheggiando: uno dei tre prese un piccone e colpì il muro intimandogli di rientrare in casa, poi lanciarono dei sassi e minacciarono di sparargli. Un raid venne compiuto tra Ziano e Castelsangiovanni, da maggio a giugno. Tre i colpi a Ziano, in abitazione, e due a Castello dove i ladri rubarono un po’ di tutto: biciclette, oggetti di rame, piatti antichi, una bottiglia di champagne.

Tra il 22 e il 24 maggio 2017, però, a Shtjefeni e Doda andò male in quattro occasioni. A Ziano vennero o messi in fuga dai proprietari o non riuscirono ad entrare nelle case prese di mira. Lo stesso accadde al terzetto a Pontedellolio, sempre fra maggio e giugno, in quattro tentativi, tutti andati a vuoto perché messi in fuga.  Purtroppo, a Pontedellolio, tra il 26 e il 27 giugno, diversi i furti che andarono a segno nella case di ignari piacentini. E il bottino era composto di orologi, abbigliamento, gioielli, banconote, ma anche armi (un fucile Winchester calibro 30/30). Pochi giorni dopo, altro raid fruttuoso a Castelsangiovanni e Vigolzone: gioielli, braccialetti, orologi, macchine fotografiche, elettronica, una pelliccia. Ai tre poi, a vario titolo venivano contestati numerosi furti in provincia di Pavia, compiuti con altri connazionali membri di una gang. Insomma, come le cavallette, il gruppo identificava una zona, gli obiettivi, e poi la batteva a tappeto, razziando tutto gli oggetti di valore che trovavano. Infine, ai tre è stata anche contestata la detenzione di armi - depredate durante i furti - tra cui una pistola Astra calibro 38, la carabina Winchester, una Colt calibro 10.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Ubriaco, prima litiga con il buttafuori poi picchia i carabinieri e li manda all'ospedale: arrestato

  • Sestri Levante, piacentino riempito di botte per un cellulare

  • «Al pascolo non mi manca nulla, volevo questa vita all'aria aperta»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento