Dipendente di Amazon tenta di rubare uno smartphone da mille euro. Arrestato

Un romeno di 30 anni, residente a Sarmato e con precedenti per ricettazione, è stato fermato dalla vigilanza dell'hub di Castelsangiovanni alla fine del turno di lavoro

Il telefonino recuperato dai carabinieri

Un magazziniere di Amazon, dipendente dell'hub al polo logistico di Castelsangiovanni, è stato arrestato dai carabinieri per tentato furto aggravato. La vigilanza privata lo ha boccato mentre tentava di andarsene, alla fine del turno di lavoro, con addosso uno smartphone Galaxy Note 9 nuovo (valore di quasi mille euro) infilato nelle mutande, e prelevato dal magazzino dopo averlo tolto dalla confezione. Mentre passava attraverso il metal detector è però scattato l'allarme. Perquisito dai carabinieri di Castello, avvertiti da Amazon, gli è stato trovato il telefonino. Si tratta du un romeno residente a Sarmato già noto per ricettazione.

Verrà processato per direttissima in tribunale a Piacenza nelle prossime ore, ma oltre a una condanna penale rischia anche il licenziamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga: «Scaffali vuoti vengono subito riempiti: abbiamo scorte, pronti a ogni evenienza»

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • Coronavirus, l'Inps sospende i servizi e le visite

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Sei nuovi contagi a Piacenza: tra loro due medici e un infermiere del Polichirurgico

Torna su
IlPiacenza è in caricamento